Russia 2018 – Le sorprese e le delusioni della prima giornata

Russia 2018 - Le sorprese e le delusioni della prima giornata

Ieri si è conclusa la prima giornata della fase a gironi dei Mondiali, tante delusioni e tante sorprese mentre la Russia vola agli ottavi.

MOSCA – Se il buongiorno si vede dal mattino, questo potrebbe essere il mondiale delle sorprese. Per la prima volta nessuna delle tre tra Germania, Argentina e Brasile riesce a portare a casa i tre punti: addirittura i campioni del mondo in carica escono dal campo di Mosca con una sconfitta contro il Messico. Halldorsson, portiere dell’Islanda, alza il muro sul rigore di Messi fermando l’Argentina sull’1-1. Non basta un super-goal di Coutinho per regalare la vittoria al Brasile, contro la Svizzera. La nazionale verde-oro si fa raggiungere dalla rete di Zuber nella seconda frazione di gioco. Fatica anche l’Inghilterra contro la Tunisia, ma un super Harry Kane trascina la nazionale dei Tre Leoni alla vittoria nei minuti di recupero.

Il Belgio liquida con un secco 3-0 Panama, con la piccola Nazionale centroamericana che era riuscita a resistere un tempo all’assedio belga, per poi capitolare a una super rete di Mertens a inizio secondo tempo. Intanto, nella serata di ieri, la Russia ha staccato, salvo clamorosi stravolgimenti, il pass per gli ottavi di finale, estromettendo l’Egitto di Momo Salah dalla competizione. Un altro crollo importante è quello della Colombia che, dopo un’ingenuità nei minuti iniziali, crolla 2-1 contro il Giappone. La Francia fatica, tanto, contro l’Australia, vincendo solo grazie a un fortunoso goal realizzato nel finale.

L’impressione è che in questo Mondiale anche le squadre più deboli, almeno sulla carta, potranno dare filo da torcere alle più blasonate, regalando incertezza per tutta la durata della fase a gironi. La formula con solo 3 partite può portare, in caso di una sola sconfitta, a dare il tutto per tutto nella seconda gara, la prossima, per non rischiare l’eliminazione. Già dal prossimo turno alcune squadre potrebbero staccare il pass e altre andare incontro all’eliminazione, un rischio che la Germania deve correre nella sfida contro la Svezia.

Fonte foto: Twitter Russia 2018