Sampdoria, si riparte da Bologna

467

GENOVA – É terminato per la Sampdoria un ciclo che si è rivelato negativo in termini di risultati, anche se la squadra blucerchiata ha dimostrato un gioco ed un’identità tattica apprezzabili, incassando il consenso di tifosi ed addetti ai lavori.

Qualche appunto è stato rilevato sulla tenuta atletica dei giocatori, soprattutto sulla base delle statistiche che vogliono la Sampdoria molto più dinamica durante la prima frazione di gioco, e che la vedono subire un calo nella seconda.

L’ambiente è comunque tutto sommato improntato su un’ottimismo di fondo, alla vigilia di due partite ravvicinate temporalmente ed entrambe da disputare in trasferta, prima a Bologna e poi a Cagliari.

Oggi quindi sarà quindi già tempo di porte chiuse a Marassi, per le sessioni che Giampaolo dedica allo studio tattico della partita.

Ieri è stato Pereira, rientrato in campo dopo alcuni mesi per sostituire l’infortunato Sala, ad esprimere in un’intervista alla televisione tematica della società, Samp TV, la propria voglia di rivalsa, anche a nome dei compagni di squadra.

Giampaolo con ogni probabilità si troverà con gli uomini contati in difesa, per le assenze contemporanee degli infortunati Sala e Pavlovic. Il dubbio riguarderà l’utilizzo di Regini o Dodò sulla fascia sinistra, con il conseguente impiego di Skriniar o il dirottamento dello stesso Regini al centro della difesa insieme a Silvestre.

Il Bologna da parte sua potrebbe far riposare Taider e Nagy. Sarebbe previsto il ritorno al centro dell’attacco petroniano di Destro, e quello in difesa di Maietta.

Non sarà della partita invece lo squalificato Krafth, mentre Masina è accreditato come titolare. Le squadre si affrontano entrambe accumunate in classifica nel gruppone delle compagini che hanno totalizzato 6 punti.

La partita è programmata per le ore 18.30 di mercoledì allo stadio Dall’Ara di Bologna. Arbitro dell’incontro sarà il signor Calvarese di Teramo.

Articoli correlati