Siena-Udinese 2-2: friulani raggiunti in 10

SIENA – È il momento di reagire al difficile inizio di stagione e cancellare lo zero nella casella dei punti. L’occasione per rilanciarsi è la trasferta di Siena, squadra tosta e alla caccia di punti utili per cancellare la penalizzazione inflitta a inizio stagione. Mister Francesco Guidolin è deciso a dare una scossa alla squadra e opta per le due punte, con capitan Di Natale coadiuvato da un ritrovato Barreto. Cosmi risponde con un 3-4-2-1 con D’Agostino a dettare i tempi della manovra e il duo Rosina-Rodriguez a giostrare dietro l’unica punta Calaiò.

Le zebrette hanno fame di vittorie e dopo appena tre minuti riescono a sfondare il muro avversario con Basta, astuto nello sfruttare una disattenzione della retroguardia senese e funambolico nel battere con un destro sotto l’incrocio Pegolo. Subito Udinese in vantaggio! Il Siena accusa lo svantaggio, i ragazzi di Guidolin si esaltano e sfruttano al meglio il contraccolpo psicologico mandando in crisi il Siena: al 6′ uno scatenato Basta semina il panico sulla fascia sinistra e crossa alla perfezione per l’accorrente Di Natale che, implacabile come sempre, di testa supera il portiere avversario. Inizio spettacolare e risultato sul 2-0.

La squadra di Cosmi prova a reagire, ma l’Udinese amministra bene e non rischia nulla. Al 18′ Padelli con la collaborazione di Pinzi sventa un attacco senese, qualche minuto più tardi Barreto cerca la prodezza, ma il colpo di tacco non va a buon fine. Cosmi cambia D’Agostino con Ze Eduardo per aumentare il potenziale offensivo, ma è ancora l’Udinese a sfiorare il terzo gol con Di Natale che, a seguito di uno scambio con Basta, arriva al tiro ma conclude debolmente. Risponde il Siena con Paci che arriva prima di tutti su un angolo di Rosina e manda alto di poco. Il match è teso e De Marco decide di allontanare dalla panchina mister Guidolin per proteste. Non accade più nulla e le squadre tornano negli spogliatoi. L’uno-due dei primi minuti di gioco ha messo in discesa il match per l’Udinese. La ripresa inizia con lo stesso nervosismo della prima parte di gara, ma sono le zebrette a pagarne le conseguenze. Al 6′ vengono ammoniti prima Neto e poi Lazzari, ma per il centrocampista di Guidolin è il secondo giallo e scatta in automatico l’espulsione.

Il colpo è duro, ma l’Udinese non molla la presa e subito prova a far male con il solito Di Natale, bravo a smarcarsi in area meno nella conclusione. L’inferiorità numerica si fa sentire e il Siena prova a raddrizzare la gara: prima Padelli non fa rimpiangere Brkic e compie un vero e proprio miracolo sul colpo di testa ravvicinato di Sestu, poi Ze Eduardo colpisce la traversa su punizione. È il preludio al gol che arriva al 26′ per mano di Calaiò, bravo a sfruttare al meglio un cross di Sestu e battere di testa l’incolpevole Padelli. È 1-2, la partita si riapre.

Il Siena, forte dell’uomo in più, continua ad attaccare. Al 72′ Calaiò cerca la soluzione personale con una conclusione che finisce fuori di poco. Appena tre minuti dopo la stanchezza prende il sopravvento e Domizzi stende in area Angelo: è rigore. Sul dischetto si presenta Ze Eduardo che spiazza Padelli e porta il risultato sul 2-2. Il Siena continua ad attaccare, l’Udinese con generosità reagisce e non si arrende. Guidolin ci prova fino all’ultimo e butta nella mischia anche il nuovo arrivo Mathias Ranégie, ma non accade più nulla. L’Udinese ottiene un punto che muove la classifica. L’espulsione a inizio secondo tempo di Lazzari ha complicato i piani di mister Guidolin e gettato alle ortiche il doppio vantaggio ottenuto in un primo tempo altamente spettacolare.

TABELLINO:

SIENA-UDINESE 2-2

SIENA (3-5-2): Pegolo; Neto, Paci, Del Grosso; Angelo, Vergassola, D’Agostino (32′ Ze Eduardo), Rubin (14′ st Sestu); Rodriguez, Rosina (46′ st Paolucci); Calaiò. A disposizione: Campagnolo, Dellafiore, Contini, Mannini, Coppola, Verre, Valiani, Bogdani, Farelli. All. Cosmi.

UDINESE (3-5-2): Padelli; Benatia, Danilo, Domizzi; Basta, Allan, Pinzi, Lazzari, Pasquale; Barreto (17′ st Fabbrini), Di Natale (46′ st Ranégie) . A disposizione: Favaro, Pawlowski, Coda, Angella, Gabriel Silva, Pereyra, Heurtaux, Faraoni, Willians, Maicosuel. Allenatore: Guidolin.

Arbitro: De Marco di Chiavari. Assistenti: Schenone-Di Liberatore. Quarto uomo: Barbirati. Arbitri di porta: Giannocaro-Fabbri.

Reti: 3′ Basta, 6′ Di Natale, Calaiò 25′ st, Zè Eduardo 32′ st.

Ammoniti: 3′ Lazzari, 6′ st Neto, 36′ st Domizzi, 42′ st Ze Eduardo.

Espulsi: 7′ st Lazzari.

Recupero: 1′ e 4’.

[Sito Ufficiale Udinese Calcio – Fonte: www.udinese.it]