Il punto della situazione sul calciomercato estero

197

Il punto della situazione sul calciomercato estero

Il punto sul calciomercato nei maggiori campionati esteri e le principali trattative in corso.  Pogba verso il Real Madrid, Neymar diserta il ritiro con il PSG.

MANCHESTER – Dopo aver già concluso gli acquisti di Hazard, Jovic, Militao, Mendy e Rodrygo, Florentino Perez vorrebbe regalare a Zidane un centrocampista di primissimo livello: il nome più gettonato è quello di Paul Pogba, in uscita dal Manchester United e più che gradito al tecnico del Real Madrid. L’agente del calciatore, Mino Raiola, nei giorni scorsi ha aperto ad una cessione del francese, richiesto anche dalla Juventus: “La volontà del giocatore la conoscono tutti, anche all’interno del club, dal manager al proprietario: ha il desiderio di fare un ulteriore step nella sua carriera. Vuole andare via e stiamo lavorando per questa soluzione”. I Red Devils faranno di tutto pur di convincerlo a restare, ma la volontà del giocatore di lasciare Manchester pare essere ferrea. Sull’altra sponda di Madrid, l’Atletico del Cholo è in attesa di sviluppi sul caso Griezmann: il francese continua ad essere ad un passo dal Barcellona, che tuttavia non ha ancora depositato l’ammontare della clausola rescissoria. I blaugrana vorrebbero trovare un accordo con i Colchoneros per poter dilazionare il pagamento in più esercizi e mantenere vivo il sogno di un doppio colpo che coinvolgerebbe anche Neymar. Il brasiliano, così come Griezmann, non si è presentato al ritiro con il PSG, andando incontro ad una multa di 375 mila euro. Anche in questo caso, la volontà del giocatore è piuttosto chiara ed il DS dei parigini Leonardo ha confessato che non si opporranno ad una sua cessione, confermando anche qualche timido contatto con i catalani: “Neymar può lasciare il PSG, se arriva un’offerta che conviene a tutti. Ma a oggi non sappiamo chi lo vuole e a quale prezzo. Tutto questo non può ovviamente essere deciso in un giorno. Il PSG vuole fare affidamento sui giocatori che vogliono rimanere e costruire qualcosa di grande. Non abbiamo bisogno di giocatori che rimangono per farci un favore.”

Articoli correlati