Udinese, Benatia: “Non sono più una sorpresa”

In pochi si ricordano che appena un anno fa il difensore bianconero Medhi Benatia giocava nel Clermont Ferrand nella seconda serie del campionato transalpino.

Medhi, cosa si prova, a distanza di 365 giorni, nel vedere la Champions League a soli sei punti di distanza?
“A Udine ho sfruttato l’opportunità. Volevo confrontarmi in una campionato importante come la Serie A. L’effetto sorpresa è svanito e adesso guardo avanti. Abbiamo la possibilità di realizzare qualcosa di grande.

Ti immaginavi una stagione del genere?
“La squadra è maturata molto rispetto ad un anno fa grazie a Guidolin. Non mi aspettavamo nemmeno io di giocare 32 partite e di essere in corsa per la Champions a due giornate dalla fine del campionato. E’ un momento magico”.

Peserà la diffida che pende su di te nella preparazione del match domenica prossima?
“Sono un difensore e se scendo in campo pensando a non fami ammonire allora ho sbagliato tutto. Ci restano due partite da vincere: questo conta, non chi le gioca. E’ vero, abbiamo perso Andrea Coda, ma se manco io ci sono elementi di qualità come Angella ed Ekstrand pronti a sostituirmi. Un cartellino giallo non sarebbe un problema”.

Dove pensi di essere maturato dopo un anno di Serie A?
“In tutto, il campionato italiano è molto diverso da quello francese. Sonio migliorato giocando al fianco di grandi campioni, ma so di poter dare ancora di più ai miei compagni”.

[Sito Ufficiale Udinese Calcio – Fonte: www.udinese.it]