Val d’Isere, va al norvegese Braathen il primo slalom stagionale

34
Kastlunger
Kastlunger – FISI

Dietro di lui l’austriaco Manuel Feller e l’elvetico Loic Meillard. Primo degli italiani Sala, diciassettesimo

VAL D’ISERE – Parla norvegese il primo slalom stagionale sulla Face de Bellevarde, in Val d’Isère, grazie alla terza vittoria in carriera di Luca Braathen, talento del 2000, ormai fra i grandi dello sci. Braathen chiude con il miglior tempo nella seconda frazione e con il tempo di 1’38″14 e precede l’austriaco Manuel Feller, staccato però di 84 centesimi e l’elvetico Loic Meillard di 98.

In casa Italia c’è da registrare la splendida gara di Tobias Kastlunger, 23enne di Marebbe, portacolori delle Fiamme Gialle, e “gemellino” di Alex Vinatzer, entrambi classe ’99 ed entrambi a medaglia nei Mondiali junior di Val di Fassa nel 2019. Kastlunger vinse l’argento in gigante, mentre Vinatzer fu oro in slalom.

Oggi, sulla Face de Bellevarde, Tobias ha battuto il collega, dapprima grazie ad un ottima prima manche quando ha colto la qualificazione con il 26/o posto, pur con il pettorale numero 67, poi sfruttando al meglio il numero di partenza nella seconda e facendo registrare il secondo tempo di manche. Arrivano così i suoi primi punti in Coppa ma arrivano direttamente dalla top ten, proiettando il marebbano fra i migliori della disciplina.

Punti anche per Tommaso Sala, che termina al 17/o posto, e per Stefano Gross 23/o con problemi fisici accusati tra le due manche. Simon Maurberger era uscito nella prima manche.

Fuori invece nella seconda manche Alex Vinatzer, quando stava filando con tempi da podio. Un errore ferma il gardenese che deve abbandonare il tracciato.

L’appuntamento con lo slalom è per la notturna di Madonna di Campiglio del prossimo 22 dicembre.

Le parole degli azzurri:

Tobias Kastlunger:Sono onorato e contento di aver riportato l’Italia in top ten e sono felicissimo. Peccato per Vinni e gli altri, però stanno sciando benissimo anche loro e i risultati arriveranno. Questa mattina era una bellissima giornata e la pista era perfetta. Mi sentivo bene e ho dato tutto come al solito ed è andata bene. Sono davvero felice”.

Alex Vinatzer: “Ho sciato meglio nella seconda rispetto alla prima, mi sentivo bene sullo sci e bene in spinta, poi ho commesso un errore, mi sono fatto scappare il piede e ho inforcato. Sono contento che la velocità ci sia. La prima gara di Val d’Isère è sempre tosta, ma adesso siamo partiti e ci riproviamo a Campiglio”.

Tommaso Sala:La seconda manche è andata sicuramente meglio, sono partito con l’idea di attaccare e basta. E’ un punto di partenza per la stagione”.

Stefano Gross:Dopo la prima non sono stato per nulla bene. Ho fatto la seconda stringendo i denti. cercherò di rimettermi al meglio per Campiglio”.