Verona-Bari 1-0, il tabellino: l’Hellas torna in vetta

Verona-Bari risultato e tabellino della partita

RISULTATO FINALE: VERONA-BARI 1-0

TABELLINO

stadio Bentegodi di Verona
Verona-Bari risultato e tabellino della partita

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Romulo, Bianchetti, Caracciolo, Souprayen; Zaccagni (dal 33′ st Juanito Gomez), Fossati, Bessa (dal 43′ st Maresca); Luppi, Pazzini, Siligardi (dal 1′ st Valoti). A disposizione: Coppola, Boldor, Troianiello, Ganz, Fares, Riccardi. Allenatore: Pecchia.

BARI (4-3-3): Micai; Sabelli, Moras Tonucci, Cassani; Fedele (dal 14′ st Valiani), Basha, Romizi (dal 40′ st Fedato); Brienza, De Luca (dal 5′ st Maniero), Furlan. A disposizione: Ichazo, Daprelà, Boateng, Di Cesare, Doumbia, Capradossi. Allenatore: Colantuono.

Arbitro: sig. Aureliano di Bologna

Assistenti: sigg. Zappatore di Taranto e Muto di Torre Annunziata

Reti: al 38′ st Pazzini

Ammonizioni: Fedele, Tonucci, Luppi, Romizi, Sabelli, Furlan, Romulo, Cassani

Recupero: nessuno nel primo tempo, 3 minuti nella ripresa.

La vigilia di Verona-Bari, la voce dei due allenatori

Così il tecnico dell’Hellas, Fabio Pecchia, ha descritto il match: «Contro squadre come quella biancorossa, attrezzata per i vertici della classifica, dobbiamo pensare alla nostra prestazione e portarla avanti per 90 – anzi 100 minuti – ad altissimo livello. Il Bari è una squadra forte e non siamo noi a dirlo, ma la sua storia. Questi 10 giorni sono stati lunghi, ma ci hanno permesso di lavorare bene.  Questo è il momento in cui bisogna compattarsi ancora di più, di farci forza l’un l’altro. Per me è facile affermare che il gruppo è forte, poiché ne sono il responsabile, ma chi vive intorno a noi sa quanto sia solido. Abbiamo parlato di sconfitte pesanti, ma dobbiamo e vogliamo rispondere sul campo, con i giusti comportamenti e atteggiamenti. Come voltare pagina? Con lo stesso metodo di lavoro che utilizziamo dal primo giorno, dobbiamo essere concentrati esclusivamente al campo. Fino dalla prima partita con il Foggia è  sempre stato così, bisogna tenere il focus sulla gara. Aspetto tecnico, tattico, fisico e psicologico: tutto va indirizzato sulla gara che dobbiamo affrontare».

Dall’altra parte queste le dichiarazioni di Stefano Colantuono in conferenza stampa: “Il Verona è una squadra costruita per un campionato di alta classifica. Hanno avuto un piccolo calo di tensione dopo un inizio sfavillante ma rimane una squadra fortissima. Ha in rosa Pazzini e altri giocatori di categoria superiore. Verona-Bari big match del campionato? Sicuramente per storia e per fascino è una partita di cartello. Chiaro che noi rispetto a loro siamo attardati in classifica. Dobbiamo recuperare punti. Tutte le partite sono buone per avvicinarsi alle zone nobili”.