Calciomercato del giorno 21 marzo 2017: il valzer delle panchine e molto altro

TORINO – Anche se é marzo, é tempo di mercato. Oggi siamo qui a parlare di trattative che, in ottica della prossima stagione, riguardano allenatori e calciatori. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa sta succedendo in Italia.

Calciomercato del giorno 21 marzo 2017: le ultime notizie live sulle trattative in Italia

Il futuro di Allegri

calciomercato live
Calciomercato del giorno 21 marzo 2017: le ultime notizie live sulle trattative in Italia

Uno dei protagonisti del mercato é Massimiliano Allegri. Va o resta alla Juve? L’Arsenal, che potrebbe confermare Wenger, e il Barcellona smentiscono l’interessamento. Anche se una voce di oggi ipotizza una offerta da parte della società catalana di un triennale da 8 milioni di euro a stagione. La società bianconera starebbe comunque pensando a un eventuale “dopo Allegri”. E i nomi che circolano in quesi tempi al riguardo sono quelli di Sousa, Di Francesco e Spalletti. Allenatori che non hanno, comunque, la certezza di proseguire il rapporto con i club di appartenenza.

Il valzer delle panchine

Con tutta la probabilità Sousa lascerà la Fiorentina. Possibili sostituti: Giampaolo, che negli ultimi giorni sembra però verso la conferma alla Sampdoria, Semplici, ora alla Spal e Di Francesco. Per quest’ultimo, attuale tecnico del Sassuolo, l’alternativa alla Viola potrebbe essere la Roma qualora Spalletti non rinnovasse con la società giallorossa. In questo caso in ballottaggio con Gasperini e Montella. Candidati alla panchina neroverde al posto di Di Francesco, sarebbero invece Oddo o Juric. Entrambi “disoccupati”, dopo i recenti esoneri, rispettivamente, da parte di Pescara e Genoa. Incerto il futuro di Sarri al Napoli, visti i rapporti precari che intercorrono con il presidente De Laurentiis. E quelli di  Rastelli al Cagliari, di Donadoni al Bologna e di Pioli all’Inter.

Nomi nuovi per l’Inter …

Al club nerazzurro piace Rodriguez, difensore svizzero classe ’92. Il Wolfsburg, proprietario del cartellino, non vuole però privarsene se non dietro il pagamento della clausola rescissoria, da pagarsi subito, fissata a 22 milioni di euro. Nomi nuovi sono anche quelli di difensori Henrichs, classe ’97 del Bayer Leverkusen, di Vrsaljko, classe ’92, ex Genoa e ora all’Atletico Madrid e di Darmian, classe ’89 del Manchester United e della Nazionale italiana. Tra i nomi “vecchi” spicca quello di Aguero, attaccante classe ’88,  il cui futuro sembra sempre più lontano dal Manchester City, nonostante gli elogi di Guardiola. Pare che il club abbia abbassato in maniera piuttosto netta le pretese economiche per lasciarlo partire. Si sarebbe passati dagli 80 milioni di euro, richiesti fino a poco tempo fa, agli attuali 57.

…ma anche per la Juve

Il club bianconero avrebbe puntato gli occhi su Bakayoko centrocampista classe ’94 del Monaco, che però piace anche a Milan e Inter, ma soprattutto al Chelsea di Antonio Conte.