A. Masiello: “Centrale gioco meglio. L’Inter? Massimo rispetto, ma…”

251

In casa Bari regna l’ottimismo in vista dell’imminente trasferta lombarda in quel di Milano, dove mercoledi’ sera, nel primo turno infrasettimanale di questo campionato, l’Inter dei campioni ospiterà il galletto di Giampiero Ventura. La passata stagione fu quasi trionfo, con un pareggio più che meritato che mise in vetrina la forza della soprendente neopromossa.

Certo non sarà impresa facile per la compagine pugliese ripetere l’impresa, ma c’è la giusta determinazione e la solita convinzione di poter far bene comunque. Lo si evince anche dalle parole del leader della difesa barese, Andrea Masiello, oggi in sala stampa: “Un avversario che non ha bisogno di presentazioni, credo che sia ancora la squadra più forte. Ha vinto una gara a Palermo non facile, e poi hanno un reparto offensivo davvero notevole. Noi però non abbiamo nessun timore reverenziale, dobbiamo andare lì con la solita determinazione, convinti dei nostri mezzi, solo così potremo fare bene. Eto’o? E’ davvero forte ma si può fermare con la “cattiveria” agonistica e poi comunque non c’è solo lui da tenere d’occhio”.

Masiello, poi, ha parlato anche della situazione attuale della retroguardia biancorossa e della sua definitiva consacrazione nel ruolo di difensore centrale, posizione a lui da sempre congeniale: “Sono contento – ha detto il difensore – è stato sempre quello il mio ruolo, ma ho anche sempre detto che ero pronto a sacrificarmi, come ho fatto da quando è arrivato Conte. Un ruolo, quello laterale che poi ho migliorato anche con mister Ventura. Subiamo pochi gol? Meglio così vuol dire che c’è meno da recuperare. Apparte tutto è un dato che ci fa piacere che ci dà serenità e tranquillità e che ci permette di lavorare sempre concentrati”.

[Andrea Dipalo – Fonte: www.tuttobari.com]

Articoli correlati