Cesena da urlo: primo posto in classifica con l’Inter

267

La Serie A continua a navigare a braccetto con il fenomeno delle matricole, che stanno tenendo banco in questo avvio di torneo. Si è già scansato dal novero delle super provinciali il Chievo Verona, andato incontro ad uno scomposto k.o. in casa col Brescia. Ma a prenderne il posto fra le piccole pesti vi ha già pensato il neopromosso Cesena, che guarda tutti dall’alto in basso con la consapevolezza di vivere un sogno per tante squadre inaccessibile.

Prima posizione che il Cesena si è guadagnato facendo leva su un rinvigorito Bogdani, che pare abbia trovato la giusta dimensione per esprimersi al meglio, sull’affermazione tardiva della promessa Giaccherini e su di una difesa che ancora, pensate, non è stata violata né dalla Roma né dal Milan, ed in attesa che i valori alla lunga vengano fuori, i romagnoli si godono questa supremazia da nessuno pronosticabile.

Capolista lo è anche l’Inter, che pare voglia già mettere le cose in chiaro, ricordando come sia la vera avversaria con cui fare i conti per lo Scudetto. Stenta ancora il Milan, salvato da un clamoroso k.o. solamente dal 37enne Inzaghi (313 reti in carriera); pare dia segnali di risveglio la Roma, comunque stoppata in rimonta dal Bologna del redivivo Di Vaio. Sortisce stupore il 4-0 con cui la bistrattata Juventus si è sbarazzata dell’Udinese (ora sempre più ultima), non tanto per il risultato ma per il gioco convincente espresso finalmente da Madama, perfetta persino in difesa. In serata da segnalare la vittoria corsara del Napoli, che vanifica il 3° centro su 3 partite di mister Cassano, neo capocannoniere assieme a Cavani ed Eto’o.

Articoli correlati