Allegri: “Sfatiamo il tabù Lecce”

472 0

Giornata di vigilia per i Campioni d’Italia impegnati domani alle 12.30 sul terreno dello stadio Via del Mare di Lecce. Massimiliano Allegri ha presentato così la sfida contro la formazione salentina: “Sarà una trasferta difficile, sono dieci anni che il Milan non vince a Lecce. Dobbiamo cercare di sfatare questo tabù. Affronteremo una squadra ben organizzata con giocatori di qualità, che ci creerà difficoltà. Per noi è una partita importante in questo momento perché dobbiamo risalire in classifica e non possimo assolutamente sbagliare la partita. E’ un momento in cui i punti vanno fatti in trasferta, ma soprattuto vanno fatti punti. Domani dobbiamo essere coscienti dell’importanza della partita e avere rispetto del Lecce, perché anche quando ha perso, questa squadra ha giocato bene. E’ normale che la classifica così com’è ti aiuta a preparare al meglio le partite, perché tutti abbiamo la motivazione di arrivare alla sosta con una posizione migliore dell’attuale. Dobbiamo arrivare al 6 novembre tra le prime posizioni e restarci e lottare fino alla fine del campionato per lo scudetto”.

Sulla formazione il tecnico rossonero ha aggiunto: “Aquilani e Boateng non doverbbero essere disponibili. Thiago Silva e Seedorf non sono a disposizione, mentre Ambrosini è totalmente recuperato. Dovrò valutare bene le condizioni di Boateng e Aquilani, perché da mercoledì non sono stati con la squadra. Aquilani ha un affaticamento muscolare dovrò valutare e fare considerazioni in base alle quali farò la formazione. C’è chi ha giocato molto, ma la sosta ci ha aiutato a trovare una buona condizione fisica e domani indipendentemente da chi andrà in campo, dovremo fare una buona prestazione. C’è una possibilità che i “tre tenori” giochino tutti insieme, ma valuterò in base all’allanemaneto di oggi. La motivazione di giocare a Lecce è importante per Cassano, ma sono contento di quello che sta facendo. Ieri ha fatto un buon allenamento, è nelle condizioni di giocare domani, ma valuterò oggi. Potrei mettere in campo i tre attaccanti anche perché Robinho ha giocato poco, Nocerino e Aquilani hanno giocato molto, Ambro e Boateng stanno rientrando da un infortunio. Domani potrebbe giocare Yepes. Mexes avrei voluto farlo giocare di più mercoledì scorso, sono sei mesi che non gioca e va inserito piano. Ma credo che a breve potrà essere considerato un titolare”.

[Redazione Il Vero Milanista – Fonte: www.ilveromilanista.it]