Allegri: “Ci siamo creati un pò di difficoltà ma tutto bene quel che finisce bene”

logo Tim CupMILANO – “Le intenzioni di fare una bella partita c’erano – il commento di Max Allegri in conferenza stampa, dopo il sofferto passaggio in finale di Coppa Italia maturato ai calci di rigore contro l’Inter a San Siro -. Ci siamo creati un po’ di difficoltà. Dal 70esimo in poi abbiamo avuto molte occasioni per chiudere la partita. Un po’ abbiamo sbagliato, un po’ siamo stati sfortunati. Questa partite ci devono insegnare che le gare di coppa sono così. É bene tutto quel che finisce bene. Nel calcio per ottenere i risultati ci vuole sacrificio”.

Quanti sono i meriti dell’Inter e quanti i demeriti della Juve? Avete sottovalutato il match in virtù del 3-0 dell’andata?
“Forse inconsciamente. Nel calcio si gioca 95 minuti. Il calcio è strano. Noi abbiamo fatto per 70 minuti una brutta partita. Bisogna essere contenti perché la squadra ha conquistato una finale. Abbiamo eliminato Torino, Lazio e Inter, ai rigori. Ma da domani bisogna pensare al campionato”.

Bonucci ha detto che è stata una della partite più brutte della Juve degli ultimi sei anni, concorda?
“Io sono qui da due… Comunque penso sia vero, l’Inter ha avuto dei ritmi importanti. Visto che avevamo tre gol di vantaggio avremmo dovuto gestire la gara. Anche quando giochi male bisogna avere solidità”.

L’ha delusa qualcuno in particolare? Il Bayern ha perso. É una cosa positiva?
“Col Bayern giocheremo tra un po’… Stasera abbiamo giocato solo la parte finale della partita. L’Inter ha dei valori tecnici importanti e ci ha messo in difficoltà sin dall’inizio”.

Come giudica la gara di Lemina?
“Ha fatto bene, ha giocato una buona partita. Rientrava e quindi è stato bravo”.

Ha sbagliato la squadra o pensava che qualcuno facesse meglio?
“É la dimostrazione che avendo più giovani in campo la lettura della partita può non essere quella giusta. Ci siamo incartati da soli. La partita è cominciata subito in salita. Ripeto, abbiamo cominciato a giocare dopo il primi 70 minuti di gara”.

[Marco Spadavecchia – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]