Mancini: “Mi dispiace molto per i giocatori perché meritavano di andare in finale”

logo Tim CupMILANO – Partita incredibile per l’Inter, che nel match di stasera riesce a concludere i 90′ regolamentari sul 3-0, pareggiando così il pesante ko dello ‘Stadium’. I calci di rigore hanno poi deciso l’esito della qualificazione, con la Juventus che stacca il pass per l”Olimpico’ di Roma raggiungendo così il Milan in finale.

Può essere comunque soddisfatto Roberto Mancini, che ovviamente si augura che questa gara possa rappresentare la svolta per il rushfinale di stagione. Lo stesso tecnico jesino analizza i 120′ di questa sera nella consueta conferenza stampa post-match, con le sue parole riprese dall’inviato di FcInterNews.

FcIN – L’Inter non conquista la qualificazione, ma questa partita porta comunque grande fiducia in vista del prosieguo del campionato: quanto è soddisfatto?
“Voglio fare tantissimi complimenti alla mia squadra, mi dispiace molto per i giocatori perché meritavano di andare in finale. Sono comunque molto felice per loro, questo è sicuro”.

Una grande partita giocata proprio contro la Juventus dopo gli ultimi risultati negativi.
“Siamo contenti di quello che abbiamo fatto, ma purtroppo dobbiamo accettare anche l’esito della partita”.

Cosa è cambiato rispetto a domenica, a parte i giocatori?
“Quella è stata una partita in cui la Juventus ha avuto una sola occasione con Hernanes all’inizio. La gara era molto equilibrata, poi il nostro errore ha cambiato l’andamento della stessa”.

Avrebbe potuto inserire Handanovic per i rigori senza il problema a Eder?
“Ho messo Manaj perché era molto fresco, poi Carrizo ha fatto una grande parata nel finale. Poi vorrei capire chi ha fatto i tre fischi verso la fine del secondo tempo supplementare…”.

Qual è la situazione degli infortunati?
“Kondogbia è in ospedale e aspettiamo novità, mentre Santon e Medel erano stanchissimi”.

Cosa pensa delle critiche di questo periodo?
“Non mi faccio condizionare da nessuno. Abbiamo perso dei punti, quindi ci stanno le critiche. Ora abbiamo la consapevolezza di avere qualche qualità, vediamo se poi riusciremo a essere bravi come questa sera”.

Da dove ha guardato i rigori?
“Ho preferito non guardarli”.

Chi sarebbe stato il quinto rigorista?
“Perisic”.

[Francesco Fontana – Fonte: www.fcinternews.it]