Allegri: “Non sarà facile con il Pescara che si chiude e riparte bene”

A San Siro arriva il Pescara e Massimiliano Allegri predica concentrazione e attenzione per una partita in cui il Milan ha tutto da perdere se presa sotto gamba. L’allenatore rossonero, come di consueto, si è intrattenuto sui divanetti di Milanello insieme a Mauro Suma, direttore di Milan Channel, pre presentare la partita in esclusiva ai microfoni del canale tematico rossonero: “Ieri sera è stata un’occasione piacevole di incontro e di Milan. Il Presidente è una persona unica: basta sentirlo parlare per poter trarre stimoli nuovi ogni volta. Normale che sotto le feste può esserci il rischio delle distrazioni, ma penso che questo non sia il momento giusto per farcele venire.

Domani battere il Pescara sarà difficile: parliamo di una squadra che ha battuto il Genoa e si chiude e riparte bene. Avremo delle difficoltà e non dobbiamo lasciare punti per strada. Il mercato di gennaio? Quando c’è un mercato bisogna stare attenti e vigili. Noi potremmo ridefinire la squadra che è molto giovane. Robinho? Anche a Torino pur non facendo una buona partita ha fatto un gol straordinaria. Lui è un giocatore unico e sta facendo molto bene nonostante la sua voglia di Brasile sia tanta. Dimostra tutta la sua personalità e professionalità. Spero possa rimanere al Milan. Niang io lo tengo già in considerazione ora. Sta compiendo ora 18 anni e deve crescere sotto tanti punti di vista. Penso che nella seconda parte del campionato crescerà ancora e ci potrà dare una mano. Sono molto legato al Pescara nonostante il Livorno sia la mia città. Sono contento che il Livorno stia molto bene ma a Pescara ho giocato 4 anni”.

Poi alla domanda di Luca Serafini “il capocannoniere di Coppa Italia del Milan è ancora Gianni rivera poichè è una competizione che non è nelle corde nè della società e dei tifosi. Quest’anno ha un significato diverso? Il Milan andrà a Torino con la formazione titolare? E poi per quel che riguarda il mercato i primi due reparti che hanno bisogno di un’occhiata sono attacco e centrocampo?: “A Torino andremo con la formazione migliore – risponde il mister – da quando ci sono io abbiamo affrontato la competizione sempre nel migliore dei modi. Quest’anno è difficile passare ma una vittoria a Torino potrebbe aprirci le porte della finale. Per quel che riguarda il mercato potrebbe sembrare così ma il calciomercato è strano. Il Presidente ha ribadito ieri sera di puntare sui giovani per dare continuità a questa squadra. Noi dobbiamo cercare di fare un’ottima annata cercando di fare qualcosa di importante”.

Alessandro Bianchi, invece, si sofferma sull’attacco milanista: “Tutti gli attaccanti sono andati in gol, cosa ne pensa?” Ecco la risposta del mister: “In attacco andiamo bene. Penso sia la fase difensiva che ci dia più problemi”.

Poi sui giovani in rosa: “Penso sia difficile passare dalla Primavera alla prima squadra. Un conto è giocare con i giovani, un altro con i campioni. Il salto definitivo è quando passi dalla Primavera alla prima squadra. De Sciglio non ha avuto problemi e i progressi si vedono partita dopo partita”.

[Carmine D’Avino – Fonte: www.ilveromilanista.it]