Angelozzi: “Bari, serve voltar pagina. Masiello? È reintegrato, ma se vuole può rescindere il contratto…”

90

Contro la Reggina è arrivato un brusco stop che ha interrotto la striscia positiva della formazione biancorossa, la quale, aveva, dopo il successo di Crotone, raggiunto, per la seconda volta in questa stagione, i piani alti della classifica. In seno alla dirigenza biancorossa, questo ko non è stato ancora digerito e ci si attende una pronta risposta già dalla gara di domani contro l’Empoli: “Non me l’aspettavo, questa sconfitta – dichiara Guido Angelozzi alla “Gazzetta del Mezzogiorno” – Anche per il modo con la quale è maturata. Dobbiamo voltare pagina subito. Forse abbiamo pagato le tre vittorie consecutive, in particolare le ultime due – prosegue – Abbiamo fatto un po’ di fatica, non soltanto a livello fisico, ma pure sotto l’aspetto mentale. Che la squadra sia in crescita è un dato di fatto, ma qualcuno non è stato in grado di reggere la stessa concentrazione delle precedenti partite. Questo non va bene, non deve più accadere. Come dice il mister, la mentalità vincente deve essere dentro di noi, deve diventare un marchio di fabbrica se vogliamo aspirare ad un campionato di livello”.

Il diesse del Bari ha sottolineato il fatto, che, finora, sia mancato l’apporto dei giocatori di qualità: “Certo che ci aspettiamo di più da gente come Bogliacino – afferma –  Lo conosco bene, so quanto può dare e sono convinto che lo farà quanto prima. Ma anche giocatori come Dos Santos, ad esempio. De Paula, invece, sta incontrando qualche problema fisico”. Poi difende a spada tratta la prova poco positiva di Lamanna nell’ultimo match: “È stata forse la nota più lieta di questo avvio di campionato, ha disputato partite di grande spessore. Noi crediamo fermamente in lui, sappiamo perfettamente il suo valore. Non dobbiamo dimenticare che Lamanna è un classe 1989, ha solo ventidue anni. Si tratta solo di un calo di concentrazione, dal quale verrà fuori alla grande immediatamente. Le sue qualità tecniche sono fuori discussione. Comunque, al di là di tutti gli argomenti trattati, non resta che una cosa da fare. Voltare pagina e pensare a battere l’Empoli”.

Infine, Angelozzi ha detto la sua sulla sentenza del Collegio Arbitrale su Salvatore Masiello, punito con la sospensione per due mesi del suo stipendio ed al pagamento di una multa: “Accettiamo la sentenza – dice Angelozzi – ma non siamo d’accordo. Abbiamo reintegrato Masiello: prima il giocatore si allenava a parte, era escluso dagli allenamenti. Comunque non fa parte della lista che abbiamo consegnato alla fine di agosto, diciamo in coincidenza con l’inizio del campionato. Da quella “rosa” non si può prescindere, non è possibile inserire nuovi giocatori e nessuno può accusarci di essere fuori regola. Per inserire qualcuno, dovremmo rescindere il contratto con un giocatore già in lista e questo non intendiamo farlo. Anche perché certi comportamenti
non li perdoniamo. Quella lista, comunque, si riaprirà il primo gennaio, quando si riaprirà pure il mercato. Nel frattempo -conclude –  se Masiello vuole, può rescindere il contratto e piazzarsi da qualche altra parte”.

[Redazione Tutto BariFonte: www.tuttobari.com]

Articoli correlati