Atalanta: il punto sul mercato

219

logo-atalantaMERCATO – Ore frenetiche in casa Atalanta a poche ore dalla chiusura del mercato, i nerazzurri, rischiano di perdere due pedine importanti come Baselli e Benaoluane in difesa, ma proprio per questo, a Zingonia, stanno correndo ai ripari per non farsi trovare impreparati. BASELLI– La Fiorentina vuole Baselli subito, offrendo denaro più Ilicic, ma l’Atalanta ha rifiutato, perchè è da sempre interessata al centrocampista sloveno Kurtic che andrebbe di fatto a ricoprire la partenza di Baselli. Si potrebbe raggiungere un accordo sulla base di 5 milioni più Kurtic a Bergamo. Lunedi si deciderà.

BENAOLUANE – Per il difensore atalantino, l’Inter ha chiesto il prestito con diritto di riscatto, ma i bergamaschi hanno rifiutato questa offerta, facendo sapere di cederlo solamente a titolo definitivo per soldi o contropartite nel reparto difensivo. E l’Inter, qualora non dovesse raggiungere altri obiettivi come Vida della Dinamo Kiev o Rhodolfo del Gremio, potrebbe inserire Andreolli nella trattativa per Benaoluane.

BARETTO STADIO – Oltre al pugno duro usato contro la tifoseria nerazzurra, il questore di Bergamo, ha chiesto la sospensione della licenza per il Baretto di fronte alla tribuna Giulio Cesare. Il Baretto, secondo la questura, sarebbe un punto di ritrovo strategico per gli ultras durante le partite e le bottiglie di birra vuote, vendute (vietato per legge), prima e dopo la partita, diventerebbero poi oggetti da lanciare contro le forze dell’ordine durante gli scontri. Se le motivazioni si fermano qui e non c’è altro che noi  non conosciamo, sarebbe assurdo togliere una licenza per 7 giorni ad un tranquillissimo baretto con edicola annessa, quando il problema sarebbe solo in occasione delle partite dell’Atalanta. É un po’ come chiudere le banche perché ci sono le rapine. A questo punto, non sarebbe più logico, chiuderlo nei giorni in cui gioca l’Atalanta? Perché sospendere un’attività lavorativa anche negli altri giorni? Ci sono di mezzo persone che hanno fatto di questa attività l’unica fonte di guadagno.  Pensiamoci bene prima di adottare misure draconiane per colpa dei soliti teppisti che, invece di utilizzare il Baretto come punto di ritrovo per socializzare (esiste in tutte le curve d’Italia il classico bar dove ritrovarsi prima delle partite),  lo usano per armarsi di bottiglie o come nascondiglio per scappare dalle forze dell’ordine. Ripeto, se le motivazioni sono solo quelle che ho letto, il provvedimento è totalmente folle, mentre se ci sono altri motivi extra, allora qui mi fermo e attendo gli sviluppi. Personalmente, avendo vissuto per anni proprio nel quartiere di fronte allo stadio, mi auguro che questo provvedimento, non venga sottoscritto dal sindaco di Bergamo. Detto ciò, si continui ad usare il pugno durissimo e tolleranza zero contro i teppisti.

CURIOSITÁ – Marko Livaja, sta per tornare in Italia per giocare nel Parma. Una situazione proprio ideale e tranquilla per un giocatore pacato come lui…. Durerà un mese?

[Luca Ronchi – Fonte: www.bergamonerazzurra.com]

Articoli correlati