Atzori: “La Sampdoria deve giocare sempre per vincere. Foggia e Gastaldello entrambi abili e arruolati”

264 0

Una sola parola: vincere! E’ questo l’imperativo di Gianluca Atzori per il match di sabato prossimo al “Del Duca” tra i padroni di casa dell’Ascoli e la Samp. Tratte dal sito ufficiale blucerchiato, ecco le parole del tecnico di Collapardo pronunciate questo pomeriggio nella sala stampa del “Mugnaini”:

“È stata una settimana differente dalle altre. Naturalmente gli umori esterni sono arrivati anche dentro lo spogliatoio quindi, rispetto al solito, è stata una settimana con meno sorrisi. Credo che tutto ciò faccia parte del momento di difficoltà che stiamo attraversando, ma ciò che accade all’esterno non ci deve condizionare.

A mente fredda, ho fatto rivedere la partita alla squadra per analizzare cosa non ha funzionato. Ho ridetto che sbaglia solo chi prende le decisioni, quindi è giusto che sia io ad assumermi le responsabilità per una scelta che a posteriori s’è rivelata sbagliata. Ho provato a cambiare modulo per ovviare all’assenza di esterni, ma non è andata bene. Ad ogni modo i ragazzi hanno capito di aver commesso degli errori che prescindono dal modulo adottato e sono certo che già ad Ascoli certe situazioni non si ripeteranno.

Sapevo che avremmo incontrato delle difficoltà, soprattutto nella prima parte di stagione. Come ha detto anche Colantuono nell’intervista rilasciata negli scorsi giorni, una squadra retrocessa impiega del tempo per far capire a tutto l’ambiente che il campionato di Serie B è lungo e difficile. Spesso incontriamo squadre che giocano con la mente più sgombra della nostra e senza grandi aspettative, ma dovremo essere bravi noi a superare queste difficoltà e fare come l’Atalanta la passata stagione.

Queste prime giornate esterne hanno mostrato una Sampdoria col profilo adeguato al ruolo che dovrà recitare in questo campionato. Dobbiamo entrare nell’ordine d’idee che non sarà facile avere ragione dell’Ascoli, che come noi fatica ad esprimersi in casa. La posizione di classifica dei prossimi avversari non è veritiera, ma condizionata dalla penalizzazione inflitta dalla Disciplinare in seguito al calcioscommesse. Mi aspetto una reazione da parte dei miei ragazzi perché, a prescindere da chi ha di fronte, la Sampdoria deve giocare sempre per vincere.

Con gli esterni a disposizione, proseguiremo il lavoro col 4-4-2. Per quanto riguarda i recuperi, Palombo sarà disponibile, così come confido di recuperare Obiang. Per quanto riguarda Foggia e Gastaldello sono entrambi abili e arruolati: Daniele si è allenato bene tutta la settimana, mentre Pasquale ha giocato l’intero secondo tempo del test col Campomorone. Romero in Nazionale non ha giocato, aspetto di vederlo per capire come sta.

Per quanto riguarda l’attacco, Bertani non mi sembra in difficoltà dal punto di vista fisico e finché giocherà anche in allenamento con l’atteggiamento giusto è difficile rinunciarvi. Chi lo affiancherà? Pozzi sta bene e Piovaccari sta mostrando segnali positivi, diversi da quelli che avevo notato all’inizio della stagione. Federico è un elemento che ho voluto io, col quale parlo spesso, cercando di fargli capire che dovrà conquistarsi la maglia da titolare per non mollarla più. In ogni partita mando in campo chi sta meglio e chi secondo me può fare il bene della Sampdoria“.

[Andrea Piras – Fonte: www.sampdorianews.net]