Barreto: “Voglio entrare nella storia del Bari e conquistare la Seleçao”

218

La vittoria in campionato contro il Brescia ha mostrato un Vitor Barreto in costante crescita. La sua prestazione, condita dal rigore procurato e realizzato, è stata di importanza vitale per la conquista dei 3 punti, nonchè costituisce un forte segnale, che indica il ruolo di primo finalizzatore della punta carioca. E proprio il brasiliano si è presentato quest’oggi in sala stampa, dove, dinanzi a telecamere e taccuini, è ripartito proprio dal suo tabù con i rigori, che pare sfatato dopo quello segnato contro il Brescia: “Vincere il timore di battere un rigore è ben poca cosa quando nella vita si è superata la paura della fame e della povertà – dice il numero 10 biancorosso – Almiron è venuto sul dischetto per rasserenarmi prima di calciare. Ed io gli ho detto di stare tranquillo. Ho deciso all’ultimo momento di cambiare il lato di battuta, ed è andata bene”.

L’attaccante brasiliano sottolinea che questa stagione è fondamentale per la crescita della squadra e rivela il sogno di indossare un giorno la maglia della Seleçao: “Io – riporta l’ANSA – posso solo continuare ad inanellare prestazioni buone e a segnare. Il resto poi si vede. Vestire la maglia verde oro è il sogno di ogni calciatore, ma non è un pensiero fisso per me”

Il prossimo turno di campionato vedrà i biancorossi scendere in campo al Marassi contro il Genoa dell’ex Ranocchia. Barreto, a tal proposito, dichiara: “Non abbiamo avuto paura di Bonucci con la Juve, e non avremo paura della difesa dei grifoni. Noi – sottolinea – ci siamo posti l’obbiettivo di continuare a migliorare il nostro calcio e divertirci. Questa è la strada maestra. Sarà senza dubbio una partita dura, ma noi lavoriamo per farci trovare pronti”

Con la rete segnata domenica, Barreto è al decimo posto dei marcatori di sempre del Bari. Il giovane attaccante brasiliano non vuole porsi limiti e fissa un obiettivo personale, che fa sognare i tifosi: “È un traguardo – conclude – che mi riempie di orgoglio. Adesso voglio salire ancora in questa graduatoria. Per il Bari ho rinunciato ad altre offerte, economicamente più vantaggiose: qui mi trovo bene e i risultati raggiunti sono il frutto di sacrificio e impegno”.

[Gaetano Nacci – Fonte: www.tuttobari.com]

Articoli correlati