Bologna, Cecconi: “Restare uniti, aspettando la fortuna”

Pronti via, due partite, due sconfitte, quattro reti subite e nessuna realizzata. Un inizio così te lo aspettavi? No, non me l’aspettavo. Nel calcio italiano non ti puoi mai sorprendere del tutto perché gli equilibri di una squadra sono sempre delicati e gli elementi e le variabili che influiscono sul rendimento della stessa sono molti però questo inizio non me l’aspettavo. La squadra pare quasi arrendevole nella ripresa, come se dopo essere passata in svantaggio non ci credesse più. Hai avuto la stessa impressione? Sì, purtroppo i secondi tempi di Firenze e domenica contro il Lecce hanno lasciato questa impressione anche a me, come se la squadra non credesse nella propria forza o capacità di poter recuperare o ribaltare la situazione.

La tifoseria e’ già inferocita, dopo solo due partite vorrebbe l’allontanamento di Bisoli? Esagerazione o reale possibilità? Mi sembra esagerato pretendere questo tipo di soluzione a prescindere. C’è tempo per migliorare e correggere le cose che non vanno. L’importante è capire cosa c’è che non va però.

Ora tre partite non di facile soluzione: juventus e Udinese in trasferta e Inter in casa. Risultati già scritti?
Purtroppo viste queste due partite del Bologna e lo spessore degli avversari il pronostico non è favorevole però un pò di umiltà e la consapevolezza di dover pensare prima a difendersi e poi attaccare al contrario di queste due ultime partite unite alle motivazioni dei giocatori nel giocare contro avversari prestigiosi potrebbe aiutare a trovare dei punti insperati alla vigilia.

Come si esce da questo momento ma soprattutto, reputi il Bologna in grado di farcela? Se ne esce se per prima cosa si capisce cosa c’è che non funziona e si lavora in maniera da correggere quello che non va, rimanendo uniti e remando tutti dalla stessa parte e grazie anche a un pò di fortuna.

[Redazione Zero Cinquantuno – Fonte: www.zerocinquantuno.it]