Bologna: con il Parma un pari tra i fischi: Malesani: “grande tensione, poi ci siamo sciolti”

Come preventivato finisce in parità il derby tra Bologna e Parma ma la vittoria del Lecce non lascia dormire sonni tranquillissimi ad entrambe le squadre, seppur comunque la salvezza sia davvero a un passo.

Da guardare con un occhio di attenzione il match di questa sera tra Genoa e Sampdoria dove se i liguri non dovessero ottenere i tre punti, sarebbero i candidati principali alla retrocessione, ma questo lo scopriremo solo alle 22:30. In caso di vittoria dei blucerchiati, sarebbe autentica bagarre. Nel primo tempo il Bologna fino al minuto 25° è in balia dei ducali che in almeno tre nitide occasioni sfiorano la rete del vantaggio (una traversa di Giovinco), poi a poco a poco escono i rossoblu che con Morleo colpiscono anch’essi la traversa ma si va negli spogliatoi sullo zero a zero.

Nella ripresa quasi il nulla sia da una parte che dall’altra, tanta noia per un pareggio che solo Ekdal tenta verso lo scadere di tramutare in vittoria con un tiro a fil di palo che Pavarini riesce a parare con non poche difficoltà. Bologna ora a 41 punti, Lecce a 38, attendendo Genova per il derby delle 20:45. Ora per la salvezza potrebbero bastare 40 punti,  di sicuro i fischi a fine partita indirizzati verso il Bologna la dicono lunga, ancora una volta una prestazione insufficiente.

MALESANI – Alberto Malesani a fine partita è soddisfatto del pareggio con il Parma: “I numeri effettivamente dicono che non siamo ancora matematicamente salvi, ma tenete anche conto del fatto che, penalizzazione a parte, saremmo già a 44 punti, che per una squadra come la nostra è tanta roba. Oggi siamo partiti in grande tensione, poi ci siamo sciolti, avvicinandoci anche al vantaggio; nel finale entrambe le squadre erano stanche e provate, e nessuno aveva più le energie per cercare il gol”.

[Redazione Zero CinquantunoFonte: www.zerocinquantuno.it]