Il Bologna scommette su Simone Verdi: la presentazione, le caratteristiche

797

“Penso che cosa migliore non potesse capitare in questo momento”

CASTELROTTO (BZ) – Simone Verdi si è presentato oggi pomeriggio al Media Center del centro sportivo Laranz di Castelrotto. Il giocatore pavese classe ’92 passa al Bologna a titolo definitivo con quattro anni di contratto.

Le prime parole in rossoblù

“Penso che cosa migliore non potesse capitare in questo momento. Sono contento perchè mi sono legato ad una società importante per quattro anni e che ha creduto in me. Il calciatore ha tutto e deve solo “preoccuparsi” di giocare a calcio.

In questo momento devo essere bravo a sfruttare tutto quello che la società mi mette a disposizione per raggiungere la massima maturità ed esplodere definitivamente.

Ho sempre giocato sempre come esterno sin dalle giovanili anche con Ventura al Toro, poi con Sarri a Empoli mi hanno preso per fare il trequartista. Li sono uscite le mie qualità. Sono sicuro che lavorando bene con il gruppo i risultati verranno fuori e si andrà più lontano possibile”.

Le caratteristiche

Calciatore dotato di una spiccata propensione offensiva ha riperto fin dai suoi anni nel settore giovanile del Milan la posizione di esterno del 4-4-2 o del 4-3-3, oppure adattandosi con profitto ad agire più arretrato rispetto alla punta centrale di un 4-2-3-1.

Sempre nel ruolo di esterno è stato impiegato nel Toro di Ventura con il 4-2-4. I suoi risultati migliori li ha tuttavia ottenuti nella stagione all’Empoli, l’anno della promozione, nel ruolo di trequartista dietro Tavano e Maccarone.

Tra le sue caratteristiche tecniche il controllo di palla e capacità repentina di saltare l’uomo, con entrambi i piedi. Agile ed imprevedibile può agire da un lato o dall’altro del campo. Unisce la tecnica in velocità alla predisposizione ad inserirsi negli spazi anche senza palla.

Articoli correlati