Bologna, Zanetti non chiude all’addio dei big

Con l’arrivo del nuovo presidente, il Bologna respira. Massimo Zanetti ai microfoni Sky si dice ‘orgoglioso ed emozionato’ per il nuovo incarico, ma quando gli si chiede dei big in uscita, come Miguel Britos e Emiliano Viviano – nel mirino di più club – Zanetti non lascia illusioni: “Non diciamo cose non veritiere. Dovremo valutare al meglio queste situazioni, perché c’è anche una questione di bilancio da tenere in conto”. Poi precisa: “Di Vaio però è la bandiera, resterà con noi”.

BARALDI NOMINATO AMMINISTRATORE DELEGATO – E’ in corso in questi minuti la conferenza stampa del nuovo Bologna, presso la sala stampa dell’istituto di credito del capoluogo emiliano.

Tante le novità, tra le quali ricordiamo Luca Baraldi nominato nuovo Amministratore Delegato, mentre per la figura del direttore sportivo la società rossoblu sta ancora vagliando alcune ipotesi. Confermato l’incarico a Gianni Morandi come Presidente Onorario. Il cantante ha partecipato all’acquisizione con una quota di 500 mila euro.

La società del Bologna FC ha anche approvato un aumento capitale per 10 milioni, versati interamente.

MORANDI PRESIDENTE ONORARIO – Gianni Morandi inizia la sua avventura come Presidente Onorario del Bologna. Il cantante, che ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione, è entusiasta: “Oggi questo glorioso club poteva essere in fallimento, invece è salvo. Grazie a Consorte e a Zanetti può avere un buon futuro: io credo che il segnale che ha dato la città può essere un auspicio perchè le cose tornino a splendere. Se il presidente non conta niente – ha scherzato Morandi – figuriamoci quello onorario. Mi fa un grande piacere questo incarico, io mi sento un tifoso e non interverrò nella gestione, ma sarò presente. Sono felice che possiamo passare un Natale con la speranza che il Bologna possa restare in serie A”, ha concluso.

[Fabrizio Romano ed Emanuele Melfi – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]