Brasile-Costa d’Avorio 3-1: i verdeoro tornano a ballare la samba

Il Brasile travolge 3-1 la malcapitata Costa d’Avorio (vedi filmato) ed è la seconda squadra, dopo l’Olanda, ad accedere agli ottavi di finale con un turno d’anticipo.

I verdeoro si sono lasciati alle spalle la brutta prestazione sfoderata contro i coreani rispolverando la proverbiale samba, quel calcio bailado che rende la Selecao di un’altra dimensione. In attesa che si possa riproporre la samba contro avversari più ostici, i brasiliani matano gli ivoriani con scioltezza, 3-1, con splendida doppietta di Luis Fabiano (guarda la scheda del calciatore), sempre da urlo con la maglia della Nazionale.

Merita una menzione particolare la seconda rete che, al di là del fallo di mano, ci ha ricordato il gol siglato da Pelè nella Finale del ’58 contro la Svezia. Il 3-0 ha recato la firma di Elano, al 2° gol in questa manifestazione. Nel finale di gara Drogba, tanto a ribadire la sua leadership, ha segnato la rete della bandiera, che tiene ancora a galla gli africani. Adesso la classifica del Girone vede il Brasile in testa con 6 punti, qualificato matematicamente agli scontri diretti. A quota un punto c’è il Portogallo insieme alla Costa d’Avorio, a zero la Corea.

Se il Brasile ride un’altra big si trova nel caos, ed è la Francia, più che mai sull’orlo del baratro dopo la cacciata di Anelka per i presunti insulti rivolti al proprio Ct Domenech. I giocatori hanno deciso, infatti, di solidarizzare con Anelka; se ne fa portavoce il capitano della Francia Evra che ha consegnato una lettera firmata da tutti i giocatori, dove sono riportate le motivazioni del rifiuto d’allenarsi: protesta per l’esclusione dal ritiro di Anelka.

Ecco il comunicato integrale dei giocatori letto dal ct Domenech:

“Tutti i giocatori della nazionale francese, senza eccezione – si legge nel comunicato – vogliono affermare il loro dissenso con la decisione presa dalla Federazione francese calcio di escludere Nicolas Anelka. Ci rammarichiamo per l’incidente avvenuto nell’intervallo di Francia-Messico – prosegue il comunicato dei giocatori – ma ci rammarichiamo ancora di piu’ per la divulgazione di un fatto che appartiene soltanto al gruppo ed e’ inerente alla vita di una squadra di alto livello. Su richiesta del gruppo, il giocatore accusato ha avviato un tentativo di dialogo. Ci rammarichiamo che tale tentativo sia stato completamente ignorato. Da parte sua – continuano i Bleus – la Federazione non ha mai provato a proteggere il gruppo.Ha preso una decisione senza consultare i giocatori, unicamente sulla base dei fatti riportati dalla stampa. Di conseguenza, per sottolineare il proprio dissenso rispetto all’atteggiamento adottato dalle piu’ alte istanze, tutti i giocatori hanno deciso di non partecipare alla seduta programmata oggi. Siamo coscienti delle nostre responsabilita, scrivono i giocatori, quelle di portare i colori del nostro paese, e quelle che abbiamo rispetto ai nostri tifosi, agli insegnanti, ai volontari e a innumerevoli bambini che hanno i Bleus come modello. Non dimentichiamo nulla dei nostri doveri – concludono i nazionali francesi – faremo tutto individualmente e sul piano collettivo perché la Francia ritrovi il suo onore martedi’ con una prestazione finalmente positiva”.

TABELLINO:

Brasile – Costa d’Avorio 3-1

BRASILE (4-2-3-1): Julio Cesar ; Maicon , Lucio , Juan , Michel Bastos ; Gilberto Silva , Felipe Melo ; Elano (22′ st Dani Alves ), Kakà , Robinho (48′ st Ramires ); Luis Fabiano. A disposizione: Gomes, Luisao, Thiago Silva, Gilberto, Josuè, Julio Baptista, Kleberson, Nilmar, Doni, Grafite. All.Dunga

COSTA D’AVORIO (4-3-3): Barry ; Demel , K.Toure , Zokora , Tiene ; Eboue (27′ st Romaric ), Y.Toure , Tiote ; Dindane (9 st Gervinho ), Drogba , Kalou (23′ st Keita ). A disposizione: Yeboah, Zogbo, Bamba, Boka, Angoua, Gohouri, Gosso, Kone, Doumbia. All.Eriksson

Arbitro: Lannoy (Francia)

Reti: Luis Fabiano 25′ pt e 5′ st (B), Elano 17′ st (B), 34′ st Drogba (C)

NOTE: Espulso Kakà al 42’ s.t. per doppia ammonizione. Ammoniti Tiene, Tiote e Keita per gioco falloso. Spettatori 84.455. Recuperi: primo tempo 1’; secondo tempo 3’.