Cagliari: anche Agazzi alla riunione. Ma lo sciopero è dietro l’angolo

È Michael Agazzi il rappresentante del Cagliari nella riunione dell’ Assocalciatori, che si è tenuta nel primo pomeriggio a Milano (in un hotel in zona Stazione Centrale), alla presenza di Damiano Tommasi (presidente dell’AIC) e degli altri vertici sindacali. Il portiere rossoblù ha fatto compagnia a numerosi altri calciatori di Serie A e B (tra i quali i vari Pellissier, Morrone, Chiellini, Gattuso e Ranocchia), in un incontro che è servito a chiarire la posizione dei calciatori, decisi a non scendere in campo nella prima giornata di campionato, qualora le società non accettassero di apporre la propria firma sul contratto collettivo.

Tommasi ha poi parlato in conferenza stampa, affermando che “nessuno calciatore ha mai detto di non voler pagare il contributo di solidarietà, qualora questo dovesse essere previsto dalla legge. I calciatori pagheranno quanto dovuto, come hanno sempre fatto, nei termini e nei modi previsti dall’ordinamento”. L’ex mediano della Roma ha poi assicurato che c’è la volontà di trovare un accordo, evitando di posticipare l’inizio del torneo, ma che “non si potrà passare sopra i diritti di migliaia di giocatori, per il solo motivo che lo show debba andare avanti sempre e comunque”.

Intanto, alle 17.30, il numero uno della Federcalcio, Giancarlo Abete, illustrerà in conferenza stampa il testo interpretativo dell’articolo 7, riguardante i giocatori fuori rosa, il nodo cruciale della controversia tra le due parti.

[Fabio Frongia – Fonte: www.tuttocagliari.net]