Cagliari: è l’ora della maturità

280 0

Siena e Napoli, due prove d’esame per il Cagliari di Ficcadenti. Dopo un avvio record i rossoblù si trovano al secondo posto della classifica con due partite consecutive da disputare in casa. Domenica si comincia col Siena di Sannino, una partita da vincere assolutamente. Nenè dovrebbe tornare al suo posto là davanti, a completare il tridente con Cossu e Thiago Ribeiro. Il resto della formazione è pressoché fatta. Agazzi tra i pali, difesa confermatissima con Agostini e Pisano sugli esterni, mentre al centro solita coppia di centrali con Canini e Astori. Il centrocampo appare intoccabile, con Conti, Nainggolan e Biondini. Dovrebbe ritornare tra i disponibili anche El Kabir, dopo un periodo ai box per noie muscolari.

Due partite fondamentali per capire le ambizioni e le possibilità del Cagliari, che troppo spesso ha fallito gli appuntamenti importanti. La rosa è competitiva e le prime partite lo hanno confermato. In gruppo c’è la fame giusta e mai come stavolta si può fare il salto di qualità che i tifosi sognano da un paio di stagioni. I tifosi appunto, chiamati a raccolta dal presidente Cellino per i prossimi due match. Il pubblico potrebbe essere l’arma in più dei rossoblù sia contro i toscani, ma sopratutto contro il Napoli, avversario storicamente tosto per il Cagliari.

Due partite, 180 minuti. Per continuare a sognare e far sognare. Due esami di maturità, sperando che l’esito sia una promozione a pieni voti.

[Giampaolo Gaias – Fonte: www.tuttocagliari.net]