Calciomercato del 30 giugno 2021: Musso e Italiano tra i nomi del giorno

57

Hakimi a un passo dalla firma col PSG; l’Udinese cerca un sostituto di Musso qualora il portiere dovesse trasferirsi all’Atalanta

calciomercato live

MILANO – L’Amministratore Delegato dell’Inter Beppe Marotta ha annunciato che il trasferimento di Hakimi al Psg é giunto alla fase conclusiva: ci sono delle formalità da concretizzare ma la speranza é che nel giro di un giorno si possa arrivare alla definizione. Marotta ha aggiunto chel’intenzione dell’Inter é quella di non  lasciar partire altri giocatori.

Stando a quanto riporta Sky Sport, l’Atalanta sarebbe sempre più vicina a Juan Musso, portiere argentino classe 1994 dell’Udinese; operazione da circa 20 milioni di euro. Per sostituire Musso il club friulano avrebbe messo nel mirino Augustin Rossi, classe 1995 del Boca e Matheus, classe 1992 brasiliano del Braga.

Visite mediche al Cagliari per Kevin Strootman: il centrocampista olandese arriva in prestito dal Marsiglia dopo il prestito degli ultimi sei mesi al Genoa.  Dal Genoa al Cagliari dovrebbe arrivare anche l’esterno sinistro Paolo Ghiglione; tragitto inverso per il portiere Guglielmo Vicario.

Giornata di visite mediche per Kevin Bonifazi, che nella prossima stagione giocherà con la maglia del Bologna. Il centrale classe 1996 é costato al club felsineo 6 milioni di euro

 Vincenzo Italiano é il nuovo allenatore della Fiorentina. In serata è arrivato un comunicato da parte del presidente dello Spezia  Platek jr: “In questi ultimi giorni abbiamo dovuto affrontare una situazione impensabile e irrispettosa per il Club, per la città e per tutti i tifosi che amano le Aquile. Noi crediamo nelle strette di mano. Crediamo nei contratti firmati. Crediamo nelle parole dette. Crediamo nella lealtà. Sulle ali dell’entusiasmo di una salvezza eccezionale e spinti dalla passione che abbiamo sentito fin dal nostro arrivo in città, abbiamo cercato di portare avanti il nostro programma, convinti che alla fine ne sarebbe valsa la pena per il bene dello Spezia Calcio. Per chi avrebbe dovuto esaltarla, la maglia delle Aquile non era però evidentemente una priorità”

Articoli correlati