Valzer allenatori, la situazione sulle panchine di Serie A al 7 giugno 2021

1

Serie A

Tra pochi mesi partirà il campionato di Serie A 2021/22, e sono davvero tanti i club che – per un motivo o per un altro – hanno deciso di cambiare allenatore. Ecco la situazione attuale delle squadre

MILANO – In attesa che cominci ufficialmente il calciomercato, prosegue il valzer degli allenatori in Serie A. A prescindere dall’obiettivo – che sia di puntare alla vetta del campionato, alla salvezza per la stagione successiva o alla qualificazione in Champions League – tutti i club di Serie A sono alla ricerca di conferme o cambi di panchina autorevoli. A cominciare dall’Inter che, nonostante la brillante stagione che ha portato al 19° scudetto grazie alla guida esperta di Antonio Conte, per il prossimo campionato vede alla guida dei nerazzurri l’ex ct della Lazio Simone Inzaghi. Tra le conferme spiccano invece quella di Stefano Pioli al Milan, e quella di Fabrizio Castori alla neopromossa Salernitana. Di seguito la situazione panchine in Serie A.

Roma

Probabilmente il caso della Roma è il più eclatante: per dimenticare il dopo Fonseca, con cui la rottura è stata traumatica ed è arrivata per giunta a distanza di diverse giornate prima della fine del campionato, i giallorossi hanno arruolato lo Special One: José Mourinho, reduce di un esonero doloroso con il Tottenham, ma pur sempre l’eroe del Triplete dell’Inter nel 2010. Per quanto riguarda il calciomercato Mourinho, chiede un esterno capace di stare su entrambe le fasce e un centrale difensivo.

Juventus

Degno di nota è anche il ritorno sulla panchina bianconera del tecnico livornese Massimiliano Allegri. Separazione non traumatica, quella del club torinese con l’ex ct Andrea Pirlo, che la società sembra aver salutato con calore e rispetto. Poi l’annuncio del ritorno di Allegri: “Il bello della storia è che non si ferma mai – ha scritto su Facebook il club lo scorso 28 maggio –. E nel calcio, questo significa un concetto che abbiamo radicato nel nostro Dna: la vittoria più bella è la prossima. Sempre. Insieme.”, così la Juventus dando l’annuncio ai tifosi.

Inter

“Welcome Simone”, scrive l’Inter sul sito ufficiale del club, accogliendo il nuovo allenatore Simone Inzaghi. Dopo una stagione esaltante, i nerazzurri si sono separati, non senza le perplessità dei tifosi dal tecnico Antonio Conte. Il cui futuro, al momento, è una vera e propria incognita: L’ “FC Internazionale Milano dà il benvenuto a Simone Inzaghi come nuovo allenatore della Prima Squadra: il tecnico ha firmato un contratto biennale con il Club nerazzurro”, così l’Inter lo scorso 3 giugno.

Lazio

Ed è proprio la Lazio che – dopo un addio improvviso – è alle prese con un dopo Inzaghi ancora in bilico. In bilico e infelice, dal momento che il patron biancoceleste Claudio Lotito è stato completamente spiazzato dalla notizia dell’accordo tra Inzaghi e l’Inter. Quanto al nuovo allenatore oggi – dopo l’Assemblea di Lega che si è tenuta a Milano – Lotito, alle domande dei giornalisti che chiedevano di Maurizio Sarri, ha risposto in modo alquanto vago.

Atalanta

Squadra vincente non si cambia: l’Atalanta va avanti con Gian Piero Gasperini. Sì, perché dopo una stagione così convincente la conferma del ct alla guida dei bergamaschi era praticamente scontata. Complice una Juventus non proprio al top durante la scorsa stagione, la Dea ha saputo convincere tifosi e dirigenti.  L’amministratore delegato nerazzurro Luca Percassi due settimane fa ha annunciato in conferenza stampa la notizia del rinnovo del contratto, considerando anche che nel 2019 la squadra ha ottenuto la prima – storica – qualificazione in Champions. Senza contare il terzo posto in campionato e la finale di Coppa Italia, poi persa contro la Juve.

Bologna

Fumata bianca anche al Bologna: Sinisa Mihajlovic resta fino al 2023. Il rapporto con il club, che dura ormai dal 2019, ha trovato conferme sei giorni fa. Oltre alla notizia del rinnovato impegno, il tecnico serbo ha precisato che si aspetta di avere a disposizione – per la prossima stagione – altri due giocatori che verranno ingaggiati durante la sessione estiva del calciomercato. Sfuma, quindi, la voce di corridoio che vedeva Mihajlovic alla guida della Lazio, in cerca di un sostituto per Simone Inzaghi.

Fiorentina

Si separano, invece, le strade di Giuseppe Iachini e la Fiorentina: sulla panchina viola arriva l’ex tecnico del Napoli Gennaro Gattuso. Che è già al lavoro per programmare la nuova stagione al meglio. Un cambio di passo evidente, quello del club, che, dopo una stagione più volte contestata dalla stampa, punta a tornare al top della forma e delle prestazioni. Come prima cosa, sembra che il tecnico calabrese e la società stiano lavorando al rinnovo di Vlahovic.

Napoli

Volta pagina anche il Napoli: dopo l’addio a Gattuso, sulla panchina azzurra arriva Luciano Spalletti. Che sta – lentamente – cominciando a plasmare la squadra che giocherà la stagione 2021-2022. Il tecnico di Certaldo sembra sia già al lavoro per portare nella squadra un nuovo mediano,ed è stato già fatto il nome del 24enne croato del Bordeaux Toma Basic. Ottimo candidato è anche André-Frank Zambo Anguissa, che attualmente milita nel Fulham, che quest’anno retrocede dalla Premier League alla Championship inglese.

Articoli correlati