Catania, centrocampo: il pagellone 2010/2011

Ecco i voti finali dati da mondocatania.com ai giocatori rossazzurri al termine della stagione 2010/2011, calcolati tenendo conto anche della votazione ottenuta domenicalmente. Stavolta tocca ai centrocampisti.

LEDESMA 5.5 (32 presenze)

In crescendo nelle ultime esibizioni non ha tuttavia mai riproposto le qualità tecniche evidenziate nel corso della prima stagione in maglia rossazzurra. Spesso bravo nell’arginare le iniziative avversarie ha tuttavia mostrato ancora evidenti limiti in fase di proposizione della manovra. Al suo attivo una rete importante contro il Palermo e l’ultima della stagione, contro l’Inter.

LLAMA 5.5 (15 presenze)

Poche apparizioni per il centrocampista rossazzurro che raramente ha convinto i sostenitori etnei. A sua parziale giustifica un lungo stop derivante da un grave infortunio che lo ha costretto a saltare gran parte della stagione. Non è ancora il giocatore capace di saltare l’uomo e puntare a rete che abbiamo visto prima dell’infortunio. Gli attribuiamo in ogni caso mezzo voto in più per la bellezza e l’importanza della rete messa a segno, sotto il diluvio, contro la Sampdoria.

BIAGIANTI 6 (15 presenze)

Stagione compromessa dagli infortuni per lo sfortunato centrale di centrocampo. Al rientro ha tuttavia dimostrato di essere in buono stato di forma, assolvendo con abnegazione i compiti a lui assegnati. L’augurio è quello che possa ritrovare quella continuità di rendimento che ha saputo proiettarlo all’attenzione del selezionatore della nazionale.

CARBONI 7 (28 presenze)

Conclude la sua avventura in rossazzurro con una stagione nella quale ha spesso saputo esaltare le sue qualità di combattente. Non ha sempre disputato gare ad alto livello ma ha saputo compensare le sue non eccelse doti tecniche con un’abnegazione encomiabile. Ligio nell’applicare i dettami dell’allenatore, raramente si è risparmiato e talvolta ha cercato, peccando di precisione, di concludere a rete.

RICCHIUTI 7+ (31 presenze)

Stagione da incorniciare per l’infatigabile furetto rossazzurro che ha saputo, in diverse occasioni, essere risolutivo mettendo a disposizione della squadra le sue indiscusse qualità tecniche. E’ entrato sovente a partita in corso ma ha anche dimostrato, nonostante non sia più un giovane di primo pelo, di poter reggere ritmi elevati per tutta la durata della gara. Anche nella prossima stagione il suo contributo potrebbe risultare determinante

IZCO 5 (18 presenze)

Nelle apparizioni stagionali ha impressionato in negativo non riuscendo mai ad esprimersi in maniera convincente. Non è riuscito a ripetere la discreta stagione passata, evidenziando una preoccupante involuzione tecnico-tattica.

PESCE 6 (8 presenze)

Ha avuto delle opportunità di esprimere le sue qualità con la gestione Giampaolo. Con l’arrivo di Simeone ha trovato posto quasi sempre in panca entrando poche volte a partita in corso. Quando è stato chiamato in causa ha comunque sempre saputo fornire un buon contributo ed ha impreziosito la sua stagione in rossazzurro con la pregevole segnatura siglata contro il Palermo

MARTINHO 5.5 (11 presenze)

Poche le apparizioni del giovane brasiliano, anche lui vittima di un grave infortunio. E’ dunque ancora tutto da verificare il contributo che potrà dare alla causa rossazzurra. Il talento è innegabile ma appare essenziale acquisire una migliore disciplina tattica in modo tale da metterlo al servizio del collettivo.

LODI 7 (16 presenze)

La sue punizioni “chirurgiche” hanno convinto tutti permettendo ai rossazzurri di incamerare punti preziosissimi .Persistono tuttavia alcune perplessità inerenti l’impostazione della manovra e la continuità di rendimento. Il centrocampista campano ha una stagione ha disposizione per dissipare questi dubbi e proporsi come pedina essenziale del centrocampo etneo.

SCHELOTTO 7 (14 presenze)

Arrivato a stagione iniziata ha dato un contributo importante, vivacizzando la manovra offensiva rossazzurra. Ha saputo anche sacrificarsi, in alcune occasioni, svolgendo compiti prettamente difensivi ma i migliori risultati li ha espressi quando ha potuto giocare sulla trequarti campo avversaria. Le sue doti tecniche ed atletiche sono innegabili anche se deve acquisire una maggiore consapevolezza dei suoi notevoli mezzi. Potrebbe essere una pedina importante per la prossima stagione se si riuscirà a strapparlo all’Atalanta.

GOMEZ 7.5 (36 presenze)

Dopo una partenza altalenante è riuscito a convincere anche i più scettici sulle sue qualità tecniche. Tanti gol rossazzurri sono scaturiti da sue iniziative e, nel finale di stagione, ha siglato due marcature importantissime contro Juve e Roma. Deve anche lui migliorare nella fase di gestione della manovra ed acquisire una maggiore disciplina tattica. La prossima stagione potrebbe essere quella della sua consacrazione in rossazzurro

SCIACCA s.v (4 presenze)

Troppo poco in campo per poter esprimere un giudizio. Speriamo che la prossima stagione, messi alle spalle i malanni fisici, possa essere quella del riscatto per lo sfortunato centrocampista etneo

DELVECCHIO 5 (7 presenze)

Poche presenze prima della cessione all’Atalanta in serie B. Nelle poche apparizioni al suo attivo ha confermato le impressioni negative già rilevate nel corso della stagione passata. Spesso lento ed abulico, non ha mai fornito delle prestazioni convincenti.

[Angelo D. Giuffrida – Fonte: www.mondocatania.com]