Catania, colpo Gomez: la scheda analitica

195

Alejandro Dario Gomez, soprannominato “Papu”, è un nuovo giocatore del Catania. La notizia viene annunciata con non poca delusione dal sito internet del San Lorenzo, squadra nella quale il giovane centrocampista, classe 1988, aveva giocato le ultime due stagioni.

Anche il questo caso il fiuto degli emissari del Catania può dirsi proverbiale. Il giocatore, in prestito al San Lorenzo, apparteneva per il 50% all’Arsenal de Sarandì, dal quale era stato trasferito al club di Almagro. Il Catania ha quindi offerto 3mln di euro all’Arsenal che a sua volta ha fatto valere una clausola contrattuale per la quale il San Lorenzo avrebbe potuto opporsi al trasferimento solo riscattando la metà del giocatore o coprendo la metà dell’offerta ricevuta dal Catania. In mancanza della disponibilità economica necessaria s’è consumato l’addio.

Gomez cresce calcisticamente nelle giovanili del Racing Club Avellaneda, che frequenta dall’età di 8 anni. Successivamente approda all’Arsenal de Sarandì, dove debutta in prima squadra il 13 Agosto del 2005, nel pareggio 1-1 contro il Gymnasia la Plata; qui conosce Christian Llama, che ritroverà in rossazzurro a distanza di quattro anni, i due vengono impiegati sulle fasce opposte con lo stesso ruolo, quello di “volante”, esterni di centrocampo.

In breve tempo raccoglie attorno a sé una folla di osservatori argentini che non tardano a definirlo una delle perle del movimento giovanile albiceleste. Dopo aver giocato nella nazionale U16, Gomez viene promosso alla U17, con la quale disputa il campionato Sudamericano del 2005, dove riesce anche a siglare una rete. Intanto prosegue la sua scalata nell’Arsenal, nel 2007 vince la Copa Sudamericana, consacrandosi come titolare inamovibile in qualunque manifestazione. Tanta considerazione gli vale un posto nella nazionale U20 con la quale partecipa e vince i mondiali di categoria svoltisi in Canada. L’anno dopo viene convocato per le Olimpiadi di Pechino, quindi nel 2009 chiude la sua esperienza all’Arsenal con 96 presenze e 14 reti; passa in prestito al San Lorenzo, che paga 2 mln di dollari per la metà del cartellino.

Nuova avventura, ed anche qui un compagno che ritroverà in rossazzurro, si tratta di Pablo Cesar Barrientos, che tuttavia non vede mai giocare a causa dell’infortunio ai crociati che lo bloccherà in infermeria. Tra le file del San Lorenzo resta due anni, dal 2009 al termine della stagione 2010, 56 presenze e 7 reti, sempre nello stesso periodo partecipa al torneo giovanile di Tolone con la nazionale.

Il centrocampista aveva già espresso la volontà di lasciare il San Lorenzo nel mercato di Dicembre, a seguito di un’aggressione subita all’interno degli spogliatoi, dopo la gara contro l’Independiente, quando un tifoso l’aveva battezzato con parole irripetibili tentando addirittura l’aggressione. Scosso da tale evento Gomez dichiarò “Giocare al calcio non mi rende più felice”; solo il presidente del club, in quell’occasione, gli dimostrò la propria solidarietà.

Centrocampista molto duttile, Gomez è in grado di giocare tanto a destra quanto a sinistra e proporsi come finalizzatore aggiunto in area avversaria persino partendo dalla zona central del centrocampo. Molto fantasioso, è dotato di numeri tecnici notevoli, soprattutto in dribbling. Molto veloce, sia in corsa che in esecuzione, predilige il gioco offensivo e, come tutti i “volanti” argentini, al suo arrivo in Italia dovrà anzitutto abituarsi a partecipare anche alla fase di non possesso. Il suo piede di calcio è il destro. Per movenze e qualità è la principale alternativa ad Jorge Martinez, trasferitosi alla Juventus in questa sessione di mercato.

Al San Lorenzo, nell’ultima stagione, ha vestito la maglia numero 19, più che un segnale premonitore per quel che potrebbe essere il destino di Adrian Ricchiuti. Con l’arrivo di Gomez il numero di esterni di centrocampo cresce ancor di più e renderà necessaria qualche cessione, il primo nome in lista è proprio quello dell’argentino arrivato la scorsa stagione dal Rimini. Incerto adesso anche l’evolversi della trattativa per José Sosa, altro esterno offensivo contattato per sostituire Jorge Martinez. Il Catania potrebbe essersi solo cautelato, portando in rossazzurro un giocatore valido, oppure potrebbe anche decidere di abbandonare la pista per l’argentino del Bayern Monaco.

[Marco Di Mauro – Fonte: www.mondocatania.com]

Articoli correlati