Champions League 2021/2022, il girone dell’Inter: curiosità e commenti

54

champions league inter

MILANO – L’Inter ritrova nel gruppo D della Champions League 2021/2022 due avversari della scorsa stagione ovvero il Real Madrid e lo Shakhtar Donetsk mentre la novità è lo Sheriff Tiraspol. Le prime due sono decisamente dal volto differente rispetto alla scorsa stagione. Da Zidane ad Ancelotti ma anche alcuni giocatori che sono andati via come Sergio Ramos, Varane anche se c’è stato il ritorno di Bale.

Il bilancio è di 7 vittorie dell’Inter, 2 pareggio e 8 successi del Real. Lo  Shakhtar è adesso sotto la guida di De Zerbi e nei precedenti della scorsa stagione due 0-0 mentre piacevole ricordo nella semifinale di Europa League con il tondo 5-0 nerazzurro. Lo Sheriff invece è al suo esordio in questa competizione dove aveva raggiunto solo le fasi preliminari e due partecipazione all’Europa League.

Sui risultati del sorteggio si sono espressi tra gli altri il CEO Sport nerazzurro Giuseppe Marotta e il vice president nerazzurro Javier Zanetti.

Il primo ha dichiarato in collegamento su Sky: “In un torneo come la Champions League ci sono diversi fattori che entrano in gioco. È inusuale ritrovarsi con altre due squadre della fase a gironi 2020-2021, poi c’è lo Sheriff che è una novità. Sarà sicuramente un girone insidioso ma la cosa importante sarà arrivare agli appuntamenti nel momento giusto e con la squadra migliore. Giocare al Bernabeu? Non è mai facile espugnare uno stadio così, tornare lì per loro sarà un vantaggio, le difficoltà aumenteranno. Noi abbiamo caratteristiche che forse rispetto all’anno scorso ci consentono di essere più imprevedibili in campo europeo, Inzaghi è bravissimo e ha grande entusiasmo quindi abbiamo grande fiducia. L’Inter è un Club con una storia ricca di successi e noi faremo di tutto per dire la nostra in ogni competizione”.

Il secondo ha sottolineato secondo quanto riportato sul sito nerazzurro: “La Champions League per noi è una competizione di grande prestigio, affronteremo di nuovo Real Madrid e Shakhtar Donetsk come l’anno scorso, poi c’è lo Sheriff che gioca per la prima volta in Champions League, con grande umiltà prepareremo al meglio ogni partita. Giocheremo contro una squadra come il Real Madrid che ha una lunga tradizione in questa competizione, non sarà semplice, però noi come abbiamo sempre fatto lo affronteremo nel migliore dei modi. Conosciamo bene mister De Zerbi perché ha fatto molto bene al Sassuolo, adesso è l’allenatore dello Shakhtar Donetsk, sappiamo che le sue squadre giocano molto bene a calcio, quindi sarà una partita complicata. In Champions League tutte le partite sono difficili, da preparare nei minimi dettagli, noi affronteremo questa competizione con grande entusiasmo, sapendo che siamo una squadra che vuole andare avanti. Il nostro primo obiettivo è superare il turno, negli ultimi due anni non siamo riusciti a farlo, speriamo questa volta di arrivare agli ottavi e dopo vedremo quello che accadrà”. 

Articoli correlati