Champion’s League, Juventus: in Grecia tappa decisiva verso gli ottavi?

watch-uefa-champions-league-live-streamStadi non enormi, ma enormemente coinvolgenti. Dopo il “Calderon”, il “Karaiskákis”: bollente quello, forse di più questo. Al Pireo, ai piedi dell’Olimpo, la Juve affronta i greci per tentare la scalata: vincere contro i campioni biancorossi, lì da dove i diretti rivali dell’Atletico sono usciti a capo chino al debutto, vorrebbe dire muovere un passo forse decisivo verso gli Ottavi.

«Contro l’Olympiacos non possiamo assolutamente sbagliare – dice giustamente Massimiliano Allegri – Sarà una gara non decisiva ma molto importante. In 15 giorni abbiamo due scontri diretti con i greci: dobbiamo fare la partita giusta, non dico per garantire il passaggio agli ottavi, ma per avvicinarci molto. La squadra deve avere le motivazioni giuste». E dovrebbe bastare un dato per caricarle, fosse necessario: “Madama” non torna con un successo dalle trasferte di Champions dal febbraio 2013. Troppo. «Non sarà facile vincere. Abbiamo grande rispetto per i greci: l’allenatore (Michel, ndr) ha portato la mentalità spagnola. Hanno grande intensità ed il pubblico che sicuramente sarà una spinta in più».

Nella bolgia del “Karaiskákis”, «giocheranno di sicuro Ogbonna, Chiellini, Bonucci, Tevez, Lichtsteiner, Vidal e Buffon – annuncia Allegri – Perr quanto riguarda gli altri, devo ancora decidere». In realtà, nessuno toccherà Paul Pogba (alla ricerca del gol nella Coppa che conta, per battere sulla precocità i due Ronaldo) ed Asamoah: i dubbi sono al centro (Marchisio-Pirlo) ed in attacco (Morata-Llorente).

Ancora a secco in questa stagione, è soprattutto Fernando a rischiare. Il connazionale è più fresco, più pronto, paradossalmente anche più abituato alla musichetta della Champions: a marzo ha segnato la sua prima rete nella massima competizione europea, a maggio ha rilevato Benzema nella Finalissima poi vinta con il Real Madrid. Ed ha solo 21 anni. Il ragazzo promette tanto e lo ha già dimostrato: 1 gol, 1 incrocio dei pali contro la Roma, nessuna presenza da titolare. Rimediamo in greco, mister Max?

[Giuseppe Piegari – Fonte: www.goalnews24.eu]