Chievo Verona, Sardo: “Indovinata la scelta di giocare con un trequartista”

Finalmente sono arrivati i primi tre punti in trasferta. E Gennaro Sardo, prima della ripresa degli allenamenti in vista della gara contro il Cagliari, è tornato a parlare della grande vittoria conquistata al Ferraris: “Abbiamo giocato veramente da squadra, cosa che in tante trasferte forse è mancata. Ho sentito parlare di demeriti del Genoa, io non sono d’accordo e do invece tutti i meriti al Chievo. Io ho sempre detto che quando il Chievo gioca da squadra, può mettere in difficoltà chiunque. Anche in dieci, siamo rimasti uniti, compatti, siamo riusciti a fare il quarto gol ed a portare a casa il risultato. Speriamo che sia una svolta, perché domenica ci attende un atro test importante, anche perché poi dovremo affrontare la Roma in casa”.

A Genova si è vista qualche rivoluzione sul piano tattico: ”Rispetto a prima abbiamo giocato con un trequartista, cosa che ci ha permesso di aumentare il pressing in avanti. É stato bravo il mister nella scelta di questo modulo tattico, che ci ha premiati”. Un parere su Hetemaj dietro le punte: “Avevamo già lavorato durante la settimana su questa impostazione di gioco. Sicuramente con lui che “interrompe” il gioco e rallenta l’azione avversaria, i vari reparti rimangono più compatti”. Sulla tripletta di Paloschi: “Alberto è un ragazzo ed un giocatore straordinario. Gioca alla Pippo Inzaghi, il secondo gol ne è un esempio. Avrà un futuro da campione”. Domenica troverete un Cagliari arrabbiato…. “Anche a nostro modo lo saremo. Perché sappiamo di dover far punti. Come sta andando questo campionato lo vedono tutti: basta una sconfitta e ti ritrovi ancora nella zona calda, invece una vittoria ti fa stare subito più “tranquillo”. Non dobbiamo più pensare alla vittoria di domenica e ripartire da zero”.

[Sito Ufficiale Chievo Verona – Fonte: www.chievoverona.it]