I cinque punti per chiudere il campionato di Serie C

185

Il 4 maggio andrà in scena un’Assemblea fondamentale in cui, secondo le indiscrezioni, il campionato di Serie C verrà sospeso definitivamente.

MILANO – La Serie C 2019/2020 ad un passo dalla sospensione definitiva. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna del Corriere dello Sport, non ci sarebbero le condizioni per ripartire viste le enormi difficoltà economiche dei vari club che compongono la terza divisione. Il 4 maggio andrà in scena un’importante Assemblea che dovrebbe ratificare la sospensione definitiva e un’ufficiale richiesta d’aiuto (si parla di 9,5 milioni), al fine di evitare il fallimento di molti club. Di seguito i cinque punti fondamentali per chiudere il campionato di Serie C:

  • Definitiva chiusura del campionato di Serie C 2019/2020
  • Blocco delle retrocessioni dalla Serie C alla Serie D
  • La promozione in Serie B di quattro società: le tre attuali prime in classifica nel rispettivo girone di appartenenza (Monza, Vicenza e Reggina), più un quarta tramite sorteggio tra le squadre attualmente in zona play-off nei tre gironi.
  • Blocco dei ripescaggi in Serie C per la stagione 2020/2021
  • Mantenimento di eventuali ripescaggi in B per la stagione 2020/2021

Questi i cinque punti cardine ma c’è anche (forse soprattutto) il lato economico: 1835 sono i calciatori che percepiscono meno di di 30 mila euro annui di ingaggio, 363 sono quelli che percepiscono fra i 30 mila e i 50 mila euro annui di ingaggio. Sono solo 527 quelli che percepiscono più di 50 mila euro annui di ingaggio. Servono 9,5 milioni di euro per salvare il campionato di Serie C e le sue compagini, il 4 maggio ne sapremo di più e la decisione ufficiale spetterà al Governo.

 

Articoli correlati