Cittadella-Vicenza 0-1: l’analisi del match

278

logo_lega_serie_bIl Vicenza batte 1-0 il Cittadella allo scadere e si addormenta per una notte al secondo posto. La gara, è stata decisa, al 91′ da un rigore di Di Gennaro, dopo che Pierobon (espulso nell’occasione) aveva atterrato Ragusa in area. Risultato sostanzialmente giusto per quello che si è visto in campo. La squadra di Marino ha cercato con maggior insistenza il successo, soprattutto nel secondo tempo, dove Di Gennaro, ha colpito un palo su punizione e Cocco è andato vicino al gol in almeno tre occasioni.

Il Cittadella è stato troppo rinunciatario. La squadra di Foscarini è sembrata accontentarsi troppo presto del pari, finendo per essere punita. Stanco e Sgrigna sono stati lasciati soli a sè stessi, finendo per essere poco serviti. Il Vicenza ha, quindi, sfruttato, la maggior qualità dei propri interpreti  per prendere il comando del gioco. L’ingresso di Ragusa è stato determinante: l’ex Pescara ha scombussolato la gara con la propria vivacità e si è procurato il rigore decisivo. Ora i biancorossi sognano la promozione diretta in A, mentre gli amaranto vedono avvicinarsi lo spettro della Lega Pro.