Corini: “Con 19 gare un obbligo crederci”

310

Palermo logoEMPOLI – Eugenio Corini ha parlato al termine della partita Empoli-Palermo che ha visto la squadra toscana vincere per 1-0 con rete nella ripresa.

“É un peccato perché soprattutto nel primo tempo abbiamo sofferto più che altro qualche palla inattiva e qualche contrattacco rapido dell’Empoli ma sia l’inizio della partita nel primo tempo che alla fine primo tempo la squadra per me ha fatto bene”.

Fatale per la sua squadra è stato rigore realizzato dal neo entrato​ Maccarone​:

“Nel secondo tempo eravamo in controllo, crescevamo, avevamo possesso della palla cercavamo di essere comunque pericolosi lo siamo stati e nel momento migliore abbiamo subito questo calcio di rigore che ha rotto l’equilibrio della partita. Abbiamo cercato di andare a pareggiare la creando situazioni importanti, in qualche scelta non siamo stati bravi potevamo sicuramente fare meglio”.

Grande resta il rammario per il risultato finale:

“Andiamo a commentare una sconfitta secondo me immeritata è che purtroppo porta la quart’ultima che era il nostro riferimento ovvero l’Empoli a 7 punti da noi. Questo è il dato oggettivo ma anche un dato che non ci deve spaventare e deve permetterci di continuare a lavorare”.

Obbligo crederci fino alla fine:

“Con 19 gare un obbligo crederci questa squadra sicuramente questo punto di vista darà un segnale importante darà del filo da torcere a tutti nella speranza di poter raggiungere un obiettivo che sappiamo molto difficile ma per cui non lasceremo nulla di intentato”.

Articoli correlati