Cronache Etnee: Voglia di Vincere

Non era certo il risultato che tutti ci aspettavamo ma ora più che mai bisogna rimettersi in carreggiata e ricominciare a vincere. Nelle ultime due gare abbiamo ottenuto soltanto un punto, pur giocando discretamente bene e creando numerosissime palle goal. Ecco, ricominciamo da qui: dopo gli errori contro Bologna e Lecce adesso è vietato sbagliare. D’ora in poi bisognerà concretizzare le occasioni sotto porta e sbloccare il risultato il prima possibile. Son sicuro che qualora Maxi Lopez non avesse sbagliato quel goal in avvio di match oggi staremmo a commentare una sonora e roboante vittoria contro un Lecce che ha concretizzato al massimo l’unica occasione avuta.

Il prossimo avversario non sarà però di certo agevole: troveremo un Napoli sulle ali dell’entusiasmo ed affamato di punti, pronto a vender cara la pelle ed ad uscire indenne dal Massimino. Di contro ci sarà un Catania che farà di tutto per cancellare le ultime ed opache prove: una vittoria sarebbe un bel toccasana per l’ambiente e per l’intera squadra di Giampaolo. Quella dell’anno scorso fu una partita stregata in cui i partenopei agguantarono un clamoroso pareggio dopo che il Catania sprecò ghiottissime occasioni da rete. Una partita che per certi versi ricorda molto quella contro il Bologna e contro il Lecce. Stavolta però bisogna affinare la mira e sbloccare quanto prima il risultato. Non importa quali saranno le scelte di Giampaolo, non importa quali giocatori scenderanno in campo o chi la butterà dentro.

Di certo Maxi Lopez non è diventato improvvisamente un brocco: basti soltanto considerare il lavoro che svolge per la squadra per capire che è già entrato in forma. All numero undici catanese manca soltanto serenità e lucidità sotto porta: in altre occasioni quei goal contro Bologna e Lecce non li avrebbe di certo sbagliati. Se necessario sarà utile rivalutare Morimoto o lanciare Antenucci che ha già fatto vedere buone cose. Bisognerà sfruttare maggiormente anche le qualità tecniche di Mascara, magari facendolo giocare un po’ più avanti. In fase di copertura Peppe è fondamentale ma sarebbe altresì utile per il Catania vederlo anche qualche metro più avanti a supporto degli attaccanti. Ecco, dimentichiamoci Bologna e Lecce, dimentichiamoci la partita dell’anno scorso contro il Napoli: riscattiamoci in casa, nel nostro Stadio, davanti a tanti tifosi che incoraggeranno la squadra. Riprendiamoci i tre punti e continuiamo a volare insieme.

[Roberto Finocchiaro – Fonte: www.mondocatania.com]