De Laurentiis: “A gennaio un difensore mancino. Steaua? Non cadiamo in trappole”

Lunga conferenza stampa di Aurelio De Laurentiis in occasione della presentazione del suo nuovo film “Natale in Sud Africa” all’Hotel Vesuvio.

RINNOVO CANNAVARO “Gli ho offerto anche il quarto anno di contratto che voleva ed anche l’ingaggio è stato migliorato. Ho fatto non uno ma tre passi avanti. Adesso sta a lui scegliere se prendere la strada del cuore o altre direzioni. Spero che scelga la strada del cuore, la palla è nelle sue mani”.

CLASSIFICA E PROGETTO “Io parlo sempre di crescita graduale, un qualcosa che deve essere continuo nel tempo e non frettoloso perchè altrimenti il meccanismo si inceppa e non si costruisce niente di importante nel corso degli anni. Mi sono fissato degli obiettivi, che poi illustro nel momento in cui i tifosi chiedono di sapere le prospettive della società. Il secondo quinquennio sta iniziando a dare i suoi frutti. I consigli che ricevo mi fanno pensare. Si parla di due acquisti oppure tre. Io li ringrazio per i consigli che mi danno. Quando sono arrivato il Napoli era 300° nel ranking mondiale, oggi siamo intorno al 60°”.

MERCATO“Faremo quattro acquisti fino a giugno. Per adesso dobbiamo trovare un difensore mancino per gennaio, mentre per giugno un centrale, che quindi non è una esigenza immediata, e anche centrocampista e un attaccante. Sempre giocatori di prospettiva, ma forti. Per esperienza so che nel mercato di gennaio nessuno rinuncia ai propri giocatori, è un mercato per chi deve salvarsi e non per chi vuole fare il salto di qualità”.

STEAUA “Vogliamo passare il girone. Vogliamo essere l’unica squadra italiana ad andare avanti in Europa League. Alcune voci che sono arrivate dalla Romania non mi sono piaciute, io credo però nella vigilanza delle forze dell’ordine e nei tifosi napoletani. La Uefa, ricordo, è contraria anche ai petardi e ai fuochi, quindi non facciamo questo autogol”.

[Antonio Gaito – Fonte: www.tuttonapoli.net]