Diritti TV, scontro Lega-Sky: mercoledì bisognerà decidere

171

La Serie A e i Diritti TV: perdite per 440 milioni in caso di stop

Nei giorni scorsi Sky, DAZN e IMG  ha inviato una lettera informando la Lega Serie A che non salderanno l’ultima rata.

MILANO – Sale la tensione anche sul fronte dei diritti televisivi del campionato di Serie A. Nei giorni scorsi, infatti, le varie emittenti hanno informato la Lega Serie A, attraverso una lettera, che non salderanno l’ultima rata da 233 milioni di euro. Lo scontro è aperto visto che Sky, DAZN e IMG, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, chiedono uno sconto per l’attuale stagione sospesa a causa della Pandemia da COVID-19. Mercoledì dovrebbe arrivare una decisione ufficiale visto che tra i punti all’ordine del giorno dell’Assemblea di Lega, oltre al tema della ripartenza, c’è quello legato alla ripartizione dei diritti televisivi del massimo campionato italiani. Uno scontro, si legge sul quotidiano capitolini, potrebber avere ripercussioni anche sul triennio 2021-2024.

Fino ad ora Sky (che detiene l’esclusiva di 266 match di Serie A su 380) ha versato 780 milioni di euro per 179 gare, ne mancano ancora 87 da trasmettere. DAZN, che nel suo pacchetto comprende 116 gare del massimo campionato, ha verso la quota di 193 milioni di euro per 77 match trasmessi, ne mancano 37. IMG (che detiene l’esclusiva di tutti i match) ha verso 335,7 milioni di euro a fronte di 256 match trasmessi, ne mancano 124 alla conclusione della stagione 2019/2020.

Articoli correlati