È subito campionato: contro il Parma Reja torna al rombo e si affida ad Hernanes, Biava recupera

231 0

Una vittoria che dà morale e che sblocca una squadra che rischiava di impantanarsi in Europa. Il successo contro lo Zurigo è un’iniezione di fiducia per la Lazio, una scarica di adrenalina che permette a Ledesma e compagni di assorbire meglio anche le tossine in vista della gara di domenica contro il Parma. Europa League e campionato, Reja sta cercando di gestire al meglio il doppio impegno. Il tecnico goriziano deve, però, fare i conti con un’emergenza che non vuole allentare la sua morsa. Contro il ducali, il centrocampo sarà ancora incerottato. Contro lo Zurigo, Reja ha applicato un turnover ragionato ed efficace: ha alternato Klose (in campo nel primo tempo) e Cisse (entrato nella ripresa), ha dato respiro a Lulic e ad Hernanes. Il primo ha giocato solo i primi quarantacinque minuti, il secondo ha assistito all’intero match dalla panchina.

Il Profeta ha beneficiato di un turno di riposo, Reja pensava di buttarlo nella mischia se la partita non si fosse sbloccata, ci ha pensato Brocchi. La caviglia destra, risente ancora della distorsione subita a Bologna, si è preferito non sovraccaricarla. Nessun dubbio, però.

Contro il Parma Hernanes ci sarà e riprenderà il suo posto dietro le punte. Lo scorso 10 aprile, all’Olimpico contro Giovinco e compagni, realizzò il gol del vantaggio (la partita finì 2-0, sigillo di Floccari) con un destro micidiale. Il brasiliano sta vivendo un momento particolarmente felice, è arrivata anche la seconda convocazione consecutiva in nazionale. Con il ritorno di Hernanes nel blocco dei titolari, Reja, tornerà al 4-3-1-2. La novità più importante riguarda il pacchetto arretrato dove ci sono ottime probabilità di vedere Biava affiancare Dias al centro. L’ex genoano, che aveva accusato un risentimento ai flessori nel match contro il Catania, sfrutterà le giornate di oggi e domani per rendersi disponibile, lo staff medico è fiducioso su un suo recupero. A destra ci sarà Konko (contro lo Zurigo in campo solo nel finale), a sinistra Radu. Ledesma guiderà ancora una volta il centrocampo laziale agendo come vertice basso del rombo.

Il numero 24 non si è mai fermato, ha giocato tutte le partite del tour de force iniziato il 16 ottobre con il trionfo nel derby, complice anche lo stop di Matuzalem, l’unico in grado di garantirgli un ricambio. Ai suoi lati agiranno Lulic e Brocchi. Difficile un recupero di Gonzalez. In attacco spazio alla coppia delle meraviglie formata da Klose e Cisse, anche perchè Rocchi è uscito con una caviglia malconcia dal match di Europa League e le sue condizioni andranno valutate oggi. Miro, a secco contro lo Zurigo, cerca il settimo acuto in campionato per poi, quasi certamente, raggiungere la Germania e cercare i gol d’avvicinamento a Gerd Muller. Djibril, invece, non segna in serie A dal 9 settembre, dal poderoso colpo di testa con cui infilò Abbiati a San Siro. Anche contro gli svizzeri, il Leone non è riuscito a segnare, spera di farlo prima della sosta. Blanc non l’ha convocato per le amichevoli che la Francia disputerà contro Stati Uniti e Belgio. Una buona notizia per Reja che potrà contare su un Cisse riposato, in vista dell’ennesimo ciclo terribile che aspetta la Lazio alla ripresa: sfide infuocate di campionato con Napoli prima (in trasferta) e Juventus poi (all’Olimpico), prima della fondamentale tappa a Vaslui per compiere il definitivo salto di qualità in Europa.

[Marco Valerio Bava – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]