E’ tornato Almiron … o sbaglio?

Una conferenza stampa fiume per spiegare alla gente come stanno davvero le cose, per difendersi e denunciare il suo dispiacere per le tante cosa brutte sentite, negl’ultimi giorni, sulla sua persona.

“Io non vado a letto con le mogli dei miei compagni” o “Io ho giurato amore eterno al Bari e sto con mister Ventura”, sono senza dubbio affermazioni forti, arrivate da un uomo che, con tutto il rispetto che si può avere per lui, nell’ultimo periodo ha dimostrato raramente questa forza, sia in campo che fuori. Ha ragione l’argentino quando dice che ci sono state persone che ci hanno marciato, che hanno gratuitamente detto cattiverie sul suo conto. Questo, purtroppo, è il brutto del calcio e dei tifosi, che non sanno come attaccare un loro beniamino se non con offese gratuite e fuori posto.

Quello che, però, conta davvero in questo momento storico della vita dell’Almiron gladiatore biancorosso, è che l’ex Juventus ha ribadito, qual’ora ce ne fosse davvero bisogno, il suo amore alla città e alla squadra Bari. Per magia, poi, tutte quelle redazioni che dallo scorso week-end davano per definito il passaggio del numero quattro del galletto al Napoli, sono sparite, hanno abbassato il volume della loro voce, ritirandosi in sordina e non parlando più di tale, balorda, trattativa di mercato. Anche TuttoBari.com ha riportato, nei giorni scorsi, quelle che erano le cosiddette voci di radiomercato, mantenendosi, però, sempre distante da tale affermazioni, limitandosi a riportare tali news con tanto di citazioni delle fonti.

L’importante, caro Sergio, è che quella cattiveria riversata ai microfoni l’altro giorno, si riveda in campo. La squadra si poggia sulla tua forza, pende dal tuo agonismo. Se vieni meno te, qui si fa davvero notte… lo sai questo. Quindi, è arrivato il momento di tornare ai tuoi livelli, perchè crediamo che, i tuoi mali, siano più psichici che di natura fisica. Scrollati di dosso la convinzione che, se il Bari sta morendo, le colpe siano tue, e caricati, viceversa, di quella fondamentale convizione che con te, questo Bari, può tornare alla luce. Questo il tuo compito, il tuo destino in maglia biancorossa. In estate, quando riscattato per metà dalla Juventus, questi gli oneri che la società di via Torrebella ti accollò. Noi ci crediamo, il popolo barese ci crede tutto. Adesso sta te crederci per davvero.

[Andrea Dipalo – Fonte: www.tuttobari.com]