Euforia e record per il grifone di Juric

608

genoa_cfc_busGENOVA – La vittoria netta del Genoa martedì scorso contro il lanciatissimo Milan di Montella ha fatto immediatamente passare in second’ordine ai tifosi genoani la sconfitta subita nel derby contro la Sampdoria.

Il Genoa si è ritrovato oggi al Pio di Pegli con il morale altissimo e il favore della critica che ha riconosciuto i meriti della formazione di Juric che ha imbrigliato la manovra dei rossoneri reduci dalla vittoria contro l’armata bianconera capoclassifica solo tre giorni prima.

Ma il tecnico del Genoa è confortato anche dai numeri: confidando eventualmente nei tre punti che potenzialmente i rossoblu potrebbero recuperare nel recupero della partita di campionato interrotta nel corso della terza giornata per l’acquazzone che ha colpito Genova, la squadra genovese potrebbe arrivare a raccogliere 18 punti, bottino più alto degli ultimi 10 anni, bissando l’identico risultato conseguito nel 2014/2015 da Gasperini quando alla fine della stagione conquistò sul campo la partecipazione alle coppe negata poi dalla Federazione per questioni economiche.

Insomma un momento felice per la banda di Juric, che si prepara ad affrontare domenica all’ora di pranzo il grande ex: proprio quel Gasperini che dopo essere stato tanto amato dal popolo genoano se ne è andato lasciandosi in modo piuttosto brusco con il presidente Preziosi. Ora il Gasp è alla guida dell’Atalanta ed 6° con un punto in più rispetto al grifone, ma con una partita in più.

La partita di domenica cade quindi proprio nel momento in cui le due formazioni sono lanciate alla ricerca di un risultato storico e per il per nulla effimero titolo di rivelazione di questo inizio di stagione, proprio alle spalle del quintetto delle grandi di questa stagione.

Gasperini non sarà però l’unico ex del grifone nella partita: tra campo e panchina tra gli orobici saranno presenti anche Pinilla, Konko e Masiello, per i quali la partita avrà comunque un sapore di passato.