Le squadre di Euro 2020: alla scoperta della Danimarca

35

euro 2020 danimarca

La presentazione della Nazionale danese in vista dell’Europeo: il cammino della squadra, la rosa, il calendario, le statistiche e le possibilità di qualificazione

COPENAGHEN – L’11 giugno avrà inizio, come ben sapete, il 16° Europeo della storia del calcio. Che per questa edizione verrà ospitato ad Amsterdam (Paesi Bassi), Baku (Azerbaigian), Bucarest (Romania), Budapest (Ungheria), Copenaghen (Danimarca), Glasgow (Scozia), Londra (Inghilterra), Monaco (Germania), Roma (Italia), San Pietroburgo (Russia) e Siviglia (Spagna). Una delle 24 partecipanti al torneo è la Danimarca: di seguito la scheda e la rosa della squadra.

  1. Il cammino della nazionale
  2. La rosa con i suoi top player
  3. Il calendario degli incontri
  4. Curiosità e statistiche
  5. Dove può arrivare

Il cammino della nazionale

La squadra allenata dal ct Kasper Hjulmand partecipa per la nona volta al massimo torneo continentale per Nazionali. La Danimarca accede ad Euro 2020 dopo essere passata dal Gruppo D, da cui è uscita al secondo posto con 16 punti, dietro alla prima qualificata Svizzera (17 punti). Nello stesso gruppo – dietro a Svizzera e Danimarca – hanno giocato anche le non qualificate Irlanda (13 punti), Georgia (8 punti) e Gibilterra (0 punti).

La rosa con i suoi top player

Diversi sono i calciatori danesi impegnati nei maggiori campionati europei di calcio. Sebbene la squadra non sia una presenza fissa nelle massime competizioni Fifa, la Danimarca vanta un grande passato continentale, con numerosi giocatori nei massimi campionati europei. Tra questi troviamo i difensori Andreas Christensen dal Chelsea, Simon Kjaer dal Milan,  Jens Stryger Larsen dall’Udinese, i centrocampisti Pierre-Emile Hojbjerg dal Tottenham, Thomas Delaney dal Borussia Dortmund e il noto interista Christian Eriksen, tra i protagonisti dello scudetto 2020/2021. In attacco, la squadra di Hjulmand conta anche sugli attaccanti Martin Braitwhite dal Barcellona e Andreas Skov Olsen dal Bologna: una rosa davvero competitiva.

Il calendario degli incontri

La squadra allenata dal ct Kasper Hjulmand farà il suo esordio nel Girone B il 12 giugno (ore 18) contro la Finlandia, presso lo stadio Parken di Copenaghen, una delle città ospitanti il torneo itinerante. Soltanto cinque giorni dopo, la Danimarca scenderà di nuovo in campo (anche questa volta alle 18) contro il Belgio, di nuovo presso lo stadio Parken di Copenaghen, la capitale danese. Ultimo appuntamento della fase a gironi sarà contro la Russia: la partita si giocherà a Copenaghen il 21 giugno alle 21.

Curiosità e statistiche

La Nazionale danese si trova – attualmente – al 10° posto nel ranking Fifa e nonostante il Paese abbia partecipato soltanto cinque volte ai Mondiali, raggiungendo nel 1998 i quarti di finale come massimo risultato nella competizione, la squadra vanta un passato continentale di tutto rispetto. Nella sua storia, infatti, la Danimarca ha giocato ben 8 volte l’Europeo di calcio: nel 1964, nel 1984, nel 1988, nel 1992, nel 1996, nel 2000, nel 2004 e nel 2012. Tra i traguardi raggiunti, la Nazionale vanta un 4° posto, una partecipazione ai quarti di finale e una alle semifinali. È stata anche campione d’Europa nel 1992, vincendo il torneo da squadra ripescata all’ultimo minuto. La dissoluzione della Jugoslavia, iniziata con il separatismo croato, portò infatti all’esclusione della Nazionale da Svezia ’92. A 10 giorni dall’inizio dell’Europeo, venne iscritta al torneo la non qualificata Danimarca, che poi batté la sempre temibile Germania in finale.

Dove può arrivare

Non si tratta di un girone troppo difficile, a dirla tutta, per la Danimarca impegnata a Euro 2020. Il favorito del gruppo è comunque il Belgio di Roberto Martínez. Belgio che – dopo il podio raggiunto meritatamente agli ultimi Mondiali – è anche al comando del ranking Fifa attuale. Ad ogni modo, i danesi possono sperare di strappare i primi tre punti nel primo match contro la matricola Finlandia, sempre assente nelle competizioni ufficiali. Resta, però, il punto interrogativo sulla Russia, che al pari della Danimarca giocherà in casa l’Euro 2020.

Articoli correlati