Finale Champion’s League, Real Madrid-Atletico Madrid 4-1: arriva la Décima!

212

watch-uefa-champions-league-live-streamSuccesso in rimonta per i ragazzi di Ancelotti che centrano il decimo titolo ai supplementari

LIBSONA – Il Real Madrid conquista il suo decimo titolo nella Champion’s League superando per 4-1 l’Atletico Madrid ai supplementari. Dopo il vantaggio nel primo tempo di Godin che approfitta di un errore in uscita di Casillas, i ragazzi di Ancelotti trovano il pari con Ramos in pieno recupero. Ai supplementari i ragazzi di Simeone alzano bandiera bianca e succombono nel finale con Bale, Marcelo e Ronaldo.

COSÍ IN CAMPO – Real Madrid in campo con il 4-3-3; Carvajal, Varane, Sergio Ramos e Fabio Contreao sulla linea difensiva; a centrocampo Modric, Khedira e Di Maria mentre in avanti troviamo il tridente composto da Bale, Benzema e Ronaldo. La risposta dell’Atletico con il 4-4-2; davanti a Courtois troviamo Juanfran, Miranda, Godin e Filipe Luis; a centrocampo esterni Raul Garcia e Koke con Tiago-Gabi interni; in avanti il tandem composto da Diego Costa (recuperato in extremis ma non al meglio) e Villa.

DIEGO COSTA SUBITO OUT – Sin dai primi minuti di gioco molto aggressive le due squadre che non risparmiano colpi soprattutto a centrocampo. Prima azione al 5′ con una bell’apertura di Benzema per Bale che taglia centralmente ma la difesa gioca bene in anticipo. Due minuti dopo dall’altra parte Diego Costa è chiuso in area dalla difesa del Real. Alla vigilia l’attaccante dell’Atletico era dato in forse per le sue non ottimali condizioni fisiche. Infatti al 9′ minuto lo stesso giocatore viene sostituito da Adrian Lopez. Al 12′ sventagliata dalla sinistra di Di Maria che non trova nessun giocatore pronto a raccogliere il pallone in area. Un minuto Raul Garcia prova una conclusione senza troppe pretese da fuori area.

BALE CHE CHANCE, CASILLAS USCITA HARAKIRI – Al 24′ Ronaldo palla al piede prova a sfruttare un’azione di rimessa ma una volta servito Benzema la stessa termina grazie ad un provvidenziale ripiegamento difensivo. Un minuto dopo dall’altra parte un cross di Adrian Lopez in area viene svirgolato da Ramos che per poco non rischia l’autorete. Scintille sulla ripartenza dopo un duro intervento di Raul Garcia su Di Maria; nell’occasione ammonito anche Ramos per proteste. La punizione calciata dalla sinistra da Ronaldo non sortisce alcun effetto terminando docile tra le braccia di Courtois. Al 32′ clamorosa palla per il Real: errore in disimpegno di Tiago sulla propria trequarti campo e Bale palla al piede è tanto rapido ad entrare in area quanto impreciso nel calciare di piatto sinistro con palla che sfiora la marcatura. Inaspettato al 36′ arriva il vantaggio dell’Atletico con Godin: sugli sviluppi di un corner dalla destra battuto da Gabi la palla respinta dalla difesa arriva sulla destra di Juanfran che la rimette in area ed il centrale di centrocampo anticipa Khedira ed il portiere che sbaglia clamorosamente ad uscire fuori dai pali, lasciando la porta sguarnita. Al 40′ la palla per il raddoppio arriva sulla testa di Adrian che riceve un corner di Gabi ma la mira è di poco alta. Real dopo lo svantaggio piuttosto nervoso continua a subire il pressing dell’avversario che con Adrian riesce a restare corto tra i reparti e pronto nel ripiegamento.

ADRIAN RISPONDE A RONALDO – Si parte con gli stessi 11 che hanno chiuso la prima frazione di gioco e con un Ancelotti visibilmente abbattuto in panchina. Prima azione ad opera di Raul Garcia che al 5′ riceve una sventagliata dalla sinistra di Koke ma calcia scoordinato alto sopra la traversa. Al 6′ azione travolgente di Di Maria che dalla sinistra si accentra ma dopo aver superato due avversari viene abbracciato fuori arera da Miranda che riceve il giallo. Al 9′ tre azioni pericolose tra i piedi di Ronaldo: prima una punzione dai 35 metri deviata prima dalla barriera poi da Courtois in angolo quindi sugli sviluppi dello stesso prima si fa respingere la conclusione in angolo quindi di testa colpisce a lato. Sulla ripartenza bel diagonale in area di Adrian Lopez che viene finisce di un soffio a lato dopo una deviazione. Al 13′ Ancelotti leva dal terreno di gioco Coentrao per Marcelo e Khedira per Isco. Al 17′ mette i brividi la palla tragliata in area di Di Maria ma nè Ronaldo di piedi nè Benzema di piatto riescono a arrivare sulla sfera.

RAMOS CHE TORSIONE, REAL VIVO! – Secondo cambio per Simeone che inserisce Sosa per Raul Garçia: siamo al 20′ minuto. Passa un minuto e Isco su sponda di Benzema dal limite calcia di poco a lato. 28′  minuto: bello scambio al limite dell’area con palla che arriva tra i piedi di Bale che sfiora la marcatura con la sfera che termina di pochissimo a lato quindi ci prova Ronaldo in acrobazia su un assist proveniente dal fondo ma la mira è errata. Al 32′ azione personale sulla destra di Bale che tutto di sinistro prima si allunga la palla in area quindi calcia sull’esterno della rete. La partita la fa adesso il Real che da diversi minuti ha preso d’assedio l’area avversaria. Ancelotti si gioca l’ultima carta con Morata dal 33′ al posto di Benzema. Simeone risponde inserendo Alderweireld per Filipe Luis al 37′. Assedio Real con l’Atletico che si salva con le unghie ma di conclusioni dentro lo specchio della porta non si registrano. Al terzo minuto di recupero arriva come un fulmine a ciel sereno il pari del Real: angolo dalla destra di Modric per la testa di Sergio Ramos che è bravissimo in torsione a pescare l’angolino più lontano e niente da fare per il numero uno avversario. Le due squadre vanno ai tempi supplementari.

ATLETICO ALLE CORDE, REAL A VALANGA – Nel primo extra time è il Real a spingere il piede sull’acceleratore constringendo in più occasioni la squadra avversaria ad allontanare in affanno. Punizione di Ronaldo dalla sinistra all’11’ ma la conclusione viene sporcato dal gomito alto di Gabi che tuttavia aveva la braccia attaccate al corpo. Al 2′ del secondo tempo di recupero bello spunto personale di Modric che da limite lascia partire una conclusione che viene deviata e Courtois para distendendosi sulla propria destra. Al 5′ arriva il vantaggio del Real con Bale che dopo uno spunto sulla sinistra di Di Maria che conclude in diagonale respinto di piedi dal portiere arriva di testa ad anticipare Miranda e a depositarla da due passi con la porta sguarnita. Ma pochi istanti dopo Tiago, su uscita incerta di Casillas non centra il bersaglio di piatto. Atletico in barca con Marcelo che a 2 minuti dalla fine buca centralmente la difesa e conclude con un preciso diagonale di sinistro ed un minuto dopo Ronaldo si procura un rigore grazie ad un dribbling stretto che constringe Godin al fallo. Dagli 11 metri il bomber del Real fredda per la quarta volta il portiere avversario.

TABELLINO:

Real Madrid (4-3-3): Casillas; Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Fabio Contreao (dal 13′ st Marcelo); Modric, Khedira (dal 13′ st Isco), Di Maria; Bale, Benzema (dal 33′ st Morata), Ronaldo. A disposizione: Diego Lopez, Pepe, Arbeloa, Illarramendi. All. Ancelotti

Atletico Madrid (4-4-2): Courtois; Juanfran, Miranda, Godin, Filipe Luis (dal 37′ st Alderweireld); Raul Garcia (dal 20′ st Sosa), Tiago, Gabi, Koke; Diego Costa (dal 9′ pt Adrian Lopez); Villa. A disposizione: Aranzubia, Suarez, C. Rodriguez, Alderweired, Diego. All. Simeone

Arbitro: Björn Kuipers (NED)

Assistenti: Sander Van Roekel (NED), Erwin Zeinstra (NED), Pol Van Boekel (NED), Richard Liesved (NED)

IV° Ufficiale: Cuneyt Cakir (TUR)

Reti: 36′ pt Godin, 48′ st Sergio Ramos, 5′ sts Bale, 13′ sts Marcelo, 14′ sts Ronaldo (rig.)

Ammoniti: Raul Garçia, Sergio Ramos, Khedira, Villa, Juanfran, Koke, Gabi, Marcelo, Godin, Varane

Espulso al 15′ sts Simeone per proteste

Recupero: 1 minuto nel primo tempo regolamentare, 5 minuti nella secondo tempo regolamentare, 1 minuto di recupero nel primo tempo supplementare, nessuno recupero nel secondo tempo supplementare

Spettatori: 60.976.

Articoli correlati