Fiorentina: corsa Champions, i punti persi per strada …

Un punto solo può far la differenza, eccome. Basti pensare alla situazione di classifica attuale, col Milan a quota 59 e la Fiorentina appena dietro a 58. I viola stanno disputando un campionato eccezionale, sempre tra le prime della classe, sfoggiando un gioco invidiato da tutte le altre concorrenti ed apprezzato anche all’estero. Un calcio, quello di Montella, studiato da tecnici ed esperti italiani ed internazionali.

Eppure adesso l’obiettivo della Champions passa anche attraverso questo misero, fondamentale, punto che i Montella boys hanno lasciato per strada nel corso della loro stagione. Si, ok, ma dove? Su quale campo? Contro chi? Abbiamo dunque analizzato il percorso dei viola, estrapolando i match più critici e quelli, quindi, dove la Fiorentina non è riuscita a strappare quei punti in più che, adesso, avrebbero fatto molto comodo.

Quarta giornata, 22 Settembre. Si gioca Parma-Fiorentina. I viola vanno in vantaggio con un gran gol di Roncaglia dalla distanza ma, poi, sprecano il colpo del k.o. col rigore sbagliato da Jovetic a pochi minuti dal 90′. E, al 93′, arriva la beffa: Valdes segna l’1-1 dal dischetto per fallo di mano di Luca Toni.

La 15 esima giornata, invece, vede di scena i viola contro la Sampdoria al Franchi, il fortino dei gigliati. Non in quell’occasione, però, perché dopo il vantaggio di Savic, i viola andarono addirittura sotto. Fu ancora una volta il difensore serbo, al 75′, ad agguantare un pareggio, 2-2, che mitigò in parte l’amarezza di non aver vinto quella gara.

La 19 esima giornata, però, è amarissima. Il 6 Gennaio, al Franchi, arriva il Pescara. I viola giocano sempre all’attacco, alla ricerca di un gol che, però, non arriverà mai. Anzi. Prima Jonathas e poi Celik gelano il popolo del Franchi, col Pescara che strappa una vittoria per 2-0 insperata e molto dolorosa.

Alla 22 esima ecco che Montella&co. approdano a Catania, ex squadra del tecnico viola. I gigliati passano anche in vantaggio con Migliaccio ma, poi, cedono il passo a Legrottaglie e Castro che, all’87′, regalerà i tre punti agli etnei completando la rimonta.

Infine un’altra beffa, alla 26 esima contro il Bologna. La gara viene rinviata per un’eccessiva nevicata e, dunque, recuperata il 26 Febbraio in un capoluogo, quello emiliano, ancora gelato. La Fiorentina passa in vantaggio con Ljajic nel primo tempo ma, poi, si farà rimontare dai gol di Motta e Christodoulopoulos nella seconda frazione di gara. Anche in questo caso, rimonta completata. Si, ma per gli avversari.

Punti pesanti, fondamentali, che mancano tantissimo in questo momento del campionato. Dove i viola avrebbero potuto guardare alla corsa Champions con maggiore serenità e, soprattutto, trovandosi di fronte al Milan di Galliani&co.

[Matteo Dovellini – Fonte: www.violanews.com]