Fiorentina: Cuadrado-Ljajic, due ali per far volare i viola

logo-fiorentinaÉ come partire già in vantaggio con in squadra il Ljajic e il Cuadrado degli ultimi tempi. Non solo loro, certo, perchè la Fiorentina è diventata una macchina da gol, seconda in serie A solo alla Juve e da record per la storia viola. Ma il serbo e il colombiano sono diventati le armi più affilate della squadra gigliata, trovando una prolificità in zona gol addirittura impressionante: nelle ultime 10 partite, Adem e Juan hanno segnato insieme 11 reti (rispettivamente 7 e 4). Più di uno a gara, come partire da 1-0. E pensare che fino a poche settimane fa il tallone d’Achille sia di Ljajic che di Cuadrado era proprio la fase di finalizzazione, visto che dopo oltre metà campionato erano entrambi fermi ad un bottino di 1 gol segnato. Poi però qualcosa è cambiato, a partire dal modulo.

Quando 10 metri fanno la differenza. In avanti per Cuadrado, verso la fascia per Ljajic: i due sono diventati le ali… per far volare la Fiorentina. Il numero 11 ha avuto meno campo da coprire, ed è potuto arrivare sotto porta con più lucidità; il numero 22 ha trovato gli spazi giusti per partire dalla sinistra ed accentrarsi al tiro. Piccoli accorgimenti operati da Montella per passare dal 3-5-2 della prima parte di stagione, al 4-3-3 degli ultimi due mesi. Una scelta che si è rivelata azzeccatissima per valorizzare i due esterni d’attacco e non solo (vedi Aquilani, a segno 3 volte nelle ultime 6 uscite), ma forse a pagarne dazio è stato Jovetic, non troppo a suo agio nelle vesti di centravanti atipico, a parte nei match contro Inter e Lazio. I risultati di squadra però parlano chiaro: in 10 giornate – dal giorno di Fiorentina-Inter in cui si inaugurò il nuovo assetto – la formazione gigliata ha ottenuto 7 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte per un totale di 22 punti (2,2 a gara contro 1,62 delle prime 24 giornate).

[Simone Bargellini – Fonte: www.violanews.com]