Fiorentina: Jorgensen e i ricordi in viola

logo FiorentinaL’ex viola Martin Jorgensen ha concesso un’intervista a 360° al sito di Gianluca Di Marzio: “L’Italia? Si, ci torno spesso. Sopratutto a Firenze, perché sono rimasto legatissimo alla città. Ora faccio il collaboratore del c.t. Olsen in nazionale e veniamo dalle ultime partite di qualificazione al prossimo europeo. Dopo il ritiro mi sono dedicato all’attività di famiglia, abbiamo una ditta di pullman dal 1920. Quando la Fiorentina venne a giocare in Danimarca contro l’Esbjerg fui io stesso ad andarli a prendere in aeroporto mettendomi alla guida di uno dei nostri autobus”.

“Fiorentina? Ho ricordi bellissimi di quella esperienza: su tutti la semifinale di Europa League. Non dimenticherò mai l’ultima di campionato a Torino contro il Toro, quando Osvaldo fece gol di rovesciata regalandoci il quarto posto che voleva dire preliminari di Champions. Vincemmo 2-3 dopo 20 anni che la Fiorentina non faceva tre punti in casa della Juve. Quando rientrammo in città trovammo quasi tremila persone che ci aspettavano in aeroporto. Una serata indimenticabile.”

“Continuo a sentire Dainelli e Ujfalusi: arrivammo insieme nel 2004 a Firenze e legammo subito tantissimo. Senza dimenticare Prandelli: un grande. Ci faceva lavorare bene, e sopratutto ci faceva vincere. Sousa? E’ molto bravo. Ha le idee chiare e se sta lì su vuol dire che sta lavorando bene”.

[Fonte: redazioneviolanews]