Formazione Udinese, quali giocatori comprare al fantacalcio

Formazione Udinese, quali giocatori comprare al fantacalcio

Lasagna, Barak e Larsen le certezze, Pussetto la possibile sorpresa. Mandragora quello che potrebbe far bene,  De Paul il rigorista

UDINE – L’Udinese riparte con Julio Velazquez in panchina. Unico tecnico stranier del campionato, gode di molta stima da parte dei friulani, nonostante non vanti un curriculum degno di nota neppure in Spagna. Le prime apparizioni non sono state esaltanti. É in bilico tra grande sorpresa e flop annunciato.

Probabile formazione

Il modulo sarà il 4-2-3-1. Partito Meret, con Nicolas tra i pali la difesa bianconera rischia di essere una delle difese più perforate della serie A. Retroguardia a quattro composta dalla coppia centrale formata da Opoku, che nelle amichevoli pre-campionato non ha entusiasmato e necessita di adattamento e Nuytnick, che rispetto agli inizi dello scorso anno si è un po perso ma che è pur sempre meglio dei concorrenti. Sulle fasce Larsen, che ha numeri interessanti e sa proporsi anche in avanti e Samir, il più interessante dei difensori. Davanti alla difesa il nuovo arrivato Mandragora, che ha piedi e personalità e può far bene e Fofana. Quest’ultimo sarà quello sfavillante di due anni fa o quello irritante della scorsa stagione? La parola al campo. Sulla trequarti Pussetto, che potrebbe essere la sorpresa dell’anno, Barak, il centrocampista più affidabile, che sicuramente farà il suo numero di gol e de Paul, elemento dalla tecnica superiore su cui poter puntare. Unica punta Lasagna, uno degli attaccanti più sottovalutati della serie A. Arriverà a 13-15 reti a patto che la sfortuna non continui a perseguitarlo. Rigorista de paul.

Uno sguardo alle riserve

Tra le riserve c’è il promettente terzino Ter Avest, che però è infortunato e rischia di trovare una situazione non facile al suo ritorno. Il centrale Troost-Eckong sembra molto lento, Balic ha qualità ma necessita di spazio. Eppoi ci sono Teodorczyck, che alla prolificità realizzativa alterna momenti di pausa e che dovrà battere la concorrenza di Lasagna e Vizeu, che dovrà confermare quello che di buono ha fatto in Liga2.

Chi rischia di finire ai margini

Sono tantissimi i giocatori che rischiano di non poter dire la loro. Da Scuffet, che per conquistarsi il posto da titolare dovrebbe dimenticare e far dimenticare la pessima annata scorsa a Wague ed Hertaux, a proposito dei quali può dirsi la stessa cosa. Passando per Pezzella, che fa ancora troppi errori in fase di non possesso e sembra acerbo per giocare fin dal 1′, Angella, ultimo tra i centrali. E ancora Behrami, con Velasquez a chioccia dei giovani, Coulibaly, che proviene da un disastroso campionato cadetto, Pontisso, Ingelsson, D’Alessandro e Vizeu: tutti con pochissime chances di giocare.