Consigli Fantacalcio: chi prendere all’asta, top e sorprese

pallone fantacalcio

Ruolo per ruolo andiamo ad analizzare i giocatori più indicati per una squadra da “urlo”. Ronaldo si, Ronaldo no e tante altre dritte per l’asta

Il campionato si avvicina e con esso l’asta del fantacalcio. Quali potrebbero essere i giocatori su cui puntare, reparto per reparto? Vediamo di fare un elenco per quanto possibile esaustivo. Il 18 agosto alle 18 sarà l’anticipo ChievoVerona – Juventus ad aprire le danze e nella prima giornata ci sarà subito in programma il big match Lazio – Napoli. Andiamo ad analizzare i nomi più interessanti per costruire una squadra competitiva e possibilmente vincente per la prossima stagione dove sfidare gli amici all’asta o partecipare ai tornei online di fantacalcio dove gratuitamente è possibile creare la propria rosa.

GUIDE DEL FANTACALCIO: Atalanta, Bologna, Cagliari, ChievoVerona, Empoli, Fiorentina, Frosinone, Genoa, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Parma, Roma, Sampdoria, Sassuolo, SPALTorino, Udinese

PORTIERI

Qui la scelta è da fare con attenzione. Il migliore tra i big è Handanovic, seguito da Strakosha. Sczesny e Perin sono in ballottaggio e costringono a un esborso notevole per entrambi. Donnarumma è un flop annunciato e anche qui c’è una sfida nella sfida con Reina. Olsen è un’incognita e il gioco di Di Francesco non invoglia a puntarci. A Napoli non si sa neanche chi sia il portiere. Nei «quartieri medi» intriga l’accoppiata Berisha-Sirigu. Lafont, invece, è la scommessa che può rivelarsi vincente.

DIFENSORI

In difesa, bisogna distinguere. Sugli esterni il top sta a destra con la coppia torinese Cancelo – De Silvestri che per caratteristiche (il portoghese) e schemi tattici (l’italiano) possono far faville. La sorpresa può essere Di Lorenzo. A sinistra, oltre a Kolarov, meglio Paqual di Alex Sandro. L’italiano è più continuo e batte tutti i piazzati mancini dell’Empoli. Il terzo nome potrebbe essere quello di Lykogiannis, in rampa di lancio a Cagliari. Per quel che riguarda i centrali, il top è rappresentato dal trio Manolas-Skriniar-Pezzella. Bonucci è tutto da (ri)scoprire, così come De Vrij nella difesa dell’Inter.

CENTROCAMPISTI

Qui andiamo un po’ sul complesso. Partiamo dai possibili flop. Ilicic all’Atalanta è il primo della lista. Da quando è in Italia ha sempre alternato una stagione spettacolare ad una pessima. Non siamo così sicuri che rompa la maledizione. Out anche Cristante e Patore, due dei colpi più costosi della Roma. Purtroppo, il 4-3-3 di Di Francesco fa pensare al suicidio Zeman ogni volta ch lo guarda. In 5 anni di serie A, l’unico interno del tecnico abruzzese che ha superato i 5 gol è stato Pellegrini, due stagioni fa. Il top tra i big è rappresentato dal quartetto Douglas Costa-Perisic – Luis Alberto-Chiesa. L’italiano nel 4-3-3 reimpostato da Pioli potrebbe doversi preoccupare di meno della fase difensiva e, di conseguenza, puntare più la porta.

Passando alle possibile quartetto sorpresa, scommettiamo su questi nomi: Zajic dell’Empoli, Stulac del Parma, Pasalic dell’Atalanta e Boateng del Sassuolo. Il Boa sembra essere stato impostato da falso nove da De Zerbi, quindi può arrivare tranquillamente in doppia cifra. Zajic dell’Empoli, rischia di essere un crack per il tipo di gioco di Andreazzoli. Pasalic può tranquillamente sostituire Cristante perchè ha corsa e senso dell’inserimento. Infine, Stulac è un giocatore molto interessante, abile anche a calciare le puizioni e dotato di un tiro potente.

ATTACCANTI

Ronaldo si o Ronaldo no? A livello di qualità/prezzo diciamo no. Il portoghese dovrebbe scendere sotto le 30 presenze, per essere gestito in ottica Champions. Questo porta ad abbassare drasticamente il suo reale valore. Il top come centravanti rimane Icardi. Al suo fianco schieriamo Higuain e Belotti. Il gioco di Mazzarri sembra fatto apposta per esaltare la punta granata che, se si libera dei guai fisici, può essere letale. L’argentino, al Milan, torna centrale nel progetto tattico di una squadra, come lo era al Napoli. Può tranquillamente arrivare a 25 gol.

Passando alle sorprese, intriga la coppia di centravanti dell’Atalanta, ovvero Zapata-Barrow. Con Gasperini possono fare faville entrambi. Altro nome che può fare bene è quello i Simeone. Quest’anno ci aspettiamo che arrivi a 15-18 gol. Infine, pensierino a Lasagna. Il giocatore è molto sottovalutato, ma con il gioco di Velazquez che ne esalta le caratteristiche, il buon Kevin può essere un vero crack quest’anno.