Genoa-Benevento 1-0, il tabellino. Decide Lapadula su rigore

337

Genoa-Benevento risultato diretta, tabellino in tempo realeTabellino di Genoa-Benevento- 1-0 il risultato finale. A decidere un rigore realizzato da Lapadula nel secondo minuto di recupero

GENOVA –  Finisce 1-0 a Marassi tra Genoa e Benevento. Per sbloccare il risultato, però, non sono bastati i minuti regolamentari ed é stato necessario un rigore. A decidere l’incontro é sato, infatti, Gianluca Lapadula, subentrato nel secondo tempo  a Rigoni, al secondo minuto dei cinque assegnati dal Signor Abisso. Ancora una sconfitta rimediata in extra time dal benevemto, sempre più malinconicamente ultimo. Tre punti importanti in chiave salvezza per il Grifone, che allunga così su Spal, Verona e Crotone. Due pali colpiti dal Genoa nel primo tempo. Per il resto gara senza troppe emozioni.

Genoa-Benevento1-0, il tabellino

Le formazioni ufficiali

GENOA: Perin (K), Spolli, Izzo, Bertolacci, Taarabt, Pandev, Rosi, Rigoni, Veloso, Zukanovic, Laxalt. A disposizione: Lamanna, Luka, Gentiletti, Cofie, Lapadula, Rossettini, Biraschi, Galabinov, Brlek, Ricci, Omeonga, Rossi. Allenatore: Ballardini.

BENEVENTO: Belec, Letizia, Del Pinto, Lucioni (K), Djimsiti, Cataldi, Ciciretti, Costa, Parigini, Puscas, Lombardi. A disposizione: Brignoli, Coda, Chibsah, Viola, Di Chiara, Gyamfi, Memushaj, Venuti, Armenteros, Gravillon, Brignola. Allenatore: De Zerbi

La presentazione della partita

GENOVA –  Quest’oggi, allo stadio Luigi Ferraris di Genova, si gioca Genoa-Benevento, incontro valevole per la diciottesima giornata del campionato di Serie A. Fischio di inizio previsto per le ore 15. Il Grifone sta attraversando un buon momento di forma ed é reduce dal pareggio ottenuto sul campo della Fiorentina. In classifica, al momento, é soltanto diciassettesimo a quota 14. Dopo il cambio di allenatore, però, ha ritrovato un buon gioco e ottenuto otto punti in cinque partite, frutto, soprattutto, di una maggior stabilità difensiva.

I dati parlano chiaro: con  Ballardini in panchina sono state soltanto tre le reti subite contro le diciannove rimediate nelle precedenti nove gare. I problemi davanti rimangono perchè, con quattordici gol all’attivo, il Genoa ha il quart’ultimo attacco della Serie A. Potrebbero, però, risolversi con il ritorno alla migliore condizione fisica di Lapadula e con l’innesto di “Pepito” Rossi, pronto a tornare in pista dopo i tanti gravi infortuni delle ultime stagioni.

Tutto cio che riguarda il Benevento, fanalino di coda del torneo, invece, ha un qualcosa di insolito. Dal record negativo del peggior avvio di campionato con 14 sconfitte su altrettante partite giocate a quello del  minor numero di reti realizzate, a quello del maggior numero di gol subiti nell’ultima mezz’ora di gioco. Tutti segni di un mancato adattamento alla mentalità della massima categoria, cui nemmeno il cambio di allenatore é riuscito a sopperire. Anche l’unico punto ottenuto in campionato, contro il Milan, é passato alla storia in quanto frutto del gol realizzato dal portiere Brignoli su azione.

Persino l’arrivo del Benevento a Marassi é una novità assoluta perché la squadra sannita non ha mai calcato il prato dello stadio genovese. La gara è stata affidata al signor Abisso della sezione di Palermo. Tonolini e Prenna saranno gli assistenti, con Marinelli come quarto uomo. I responsabili del Var saranno Pairetto e Tegoni.

QUI GENOA – Ballardini recupera in extremis Spolli, infortunatosi alla cavigliasul finire del primo tempo della gara contro la Fiorentina, ma é difficile che parta titolare. I dubbi di formazione riguardano le scelte tra Rigoni e Brlek, tra Laxalt e Migliore e tra Pandev e Lapadula. Al momento sarebbero favoriti i nomi indicati per primi nei tre ballottaggi. Possibile modulo 3-5-2. Quindi, Perin tra i pali e difesa a tre composta da Izzo, Rossettini e Zukanovic. A centrocampo Rosi e Laxalt sulle corsie esterne, in cabina di regia Miguel Veloso affiancato da Bertolacci e Luca Rigoni. Davanti la coppia formata da Taarabt e Pandev.

QUI BENEVENTO – De Zerbi non potrà contare su Iemmello, Antei e Lazaar ma ritrova Lucioni che ha scontato la squalifica e che si gioca la maglia da titolare con Dijmsiti. Memeshaj e Armenteros favoriti, rispettivamente, su Viola e Puscas. probabile modulo 4-3-3 con Brignoli in porta e retroguardia composta dalla coppia centrale Gravillon-Gyamfi e da Venuti e Dijmsiti sulle fasce. A centrocampo Viola, Del Pinto, Parigini. Tridente offensivo composto daCoda, Brignola e Puscas.

LE PROBABILI FORMAZIONI

GENOA (3-5-2): Perin; Izzo, Rossettini, Zukanovic; Rosi, Bertolacci, Veloso, L. Rigoni, Laxalt; Taarabt, Pandev. A disposizione: Lamanna, Spolli, Biraschi, Gentiletti, Migliore, Omeonga, Cofie, Lazovic, Centurion, Brlek, Galabinov, Lapadula, Rossi. Allenatore: Davide Ballardini

BENEVENTO (4-3-3): Brignoli, Letizia, Lucioni, Costa, Di Chiara Chibsah, Cataldi, Memushaj, Cciretti, Armenteros, D’Alessandro. A disposizione: Belec, Venuti, Gravillon, Gyamfi, Dijmsiti, Viola, Del Pinto, Parigini, Lombardi, Coda, Brignola, Puscas. Allenatore: Roberto De Zerbi.

Arbitro: Rosario Abisso della sezione di Palermo

Assistenti: Tonolini – Prenna

Quarto Uomo: Marinelli

Var: Pairetto

Avar: Tegoni

Stadio: Luigi Ferraris di Genova

Articoli correlati