Genoa-Catania: Numeri a Confronto

I PRECEDENTI

Stagione 2002/2003, al Marassi si gioca il turno di ritorno, ventiduesima giornata, campionato cadetto. Il Genoa si impone sul Catania col punteggio di 2-0. Sulla panchina rossazzurra siede Reja, su quella partenopea Rino Lavezzini. Gara in salita già nel primo tempo: dopo otto minuti di gioco i padroni di casa si portano in vantaggio grazie all’autorete di Martusciello. Poco prima dell’intervallo arriva il definitivo raddoppio siglato da Mihalcea.

La stagione seguente con alla guida Colantuono, è il Catania ad imporsi al Marassi con il punteggio di 3-1. I rossazzurri vincono in rimonta, nella ripresa. Dopo il vantaggio genoano, è Mascara a siglare il pari. Segue la doppietta di Gennaro Delvecchio che ribalta il risultato, consegnando al Catania tre punti importanti.

L’anno successivo finisce 0-0. Genoa e Catania si incontrano poi nella stagione 2007/2008 quando alla guida del club etneo c’è Silvio Baldini. I rossazzurri escono sconfitti per 2-1 dal Marassi di Genova. Passati in vantaggio i padroni di casa, il Catania pareggia grazie all’autogoal di Bovo. Decisivo è il rigore sul finire realizzato da Borriello.

Stagione 2008/2009, Genoa e Catania fanno 1-1. Zenga siede nella panchina etnea e i rossazzurri passano in vantaggio con Martinez nella ripresa dopo essere rimasti in superiorità numerica causa l’espulsione di Ferrari, combinata dall’arbitro Banti. Il pareggio è opera di Milito che nega al Catania la gioia della vittoria in quel di Genova.

Si arriva così alla scorsa stagione quando è il Genoa ad imporsi nettamente per 2-0 grazie alle reti di Mesto e Sculli. Da segnalare l’inferiorità numerica causa l’espulsione di Bellusci e l’allontanamento di Mihajlovic per proteste. Arbitro dell’incontro Rosetti.

Il bilancio definitivo al Marassi parla di una vittoria etnea, due pareggi e tre sconfitte per gli etnei.

I NUMERI DEL CATANIA

Sono cinque i presentissimi, sette giornate su sette, del Catania in questa stagione: Andujar, Spolli, Silvestre, Mascara e Maxi Lopez. Andujar e Silvestre sono invece gli unici due ad aver giocato tutti i minuti di ogni gara per un totale di 672’.

Curiosità rossazzurri è che sono stati sette giocatori diversi a segnare altrettante reti: Lopez, Antenucci, Mascara, Ricchiuti, Gomez, Capuano e Silvestre. Sette sono pure le reti subite per una differenza reti pari a zero.

Il Catania con dieci cartellini gialli (sette i giocatori ammoniti) è la squadra più corretta del campionato.

GENOA

Sono sei i presentissimi, sette giornate su sette, del Catania in questa stagione: Eduardo, Dainelli, Criscito, Ranocchia, Milanetto, Palacio. Eduardo e Criscito sono invece gli unici due ad aver giocato tutti i minuti di ogni gara per un totale di 675’.

Il Genoa ha segnato un totale di sette rete, mandando in goal cinque giocatori diversi: Mesto e Toni per due volte, Palacio, Rudolf e Destro per una volta.

La squadra di Gasperini ha totalizzato diciannove cartellini gialli (undici i giocatori ammoniti) ed una espulsione.

[Fabio Alibrio – Fonte: www.mondocatania.com]